Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Zanetti: “Lazio a tratti ingiocabile, dobbiamo essere cinici quando ci daranno qualche opportunità”

Zanetti: “Lazio a tratti ingiocabile, dobbiamo essere cinici quando ci daranno qualche opportunità” - immagine 1
Dopo il buon pareggio contro l'Udinese, l'Empoli in serie positiva affronta...un vecchio amico. Al Castellani arriva la Lazio di Maurizio Sarri, accolta da Zanetti...alla solita maniera.

Redazione Il Posticipo

Dopo il buon pareggio contro l'Udinese, l'Empoli in serie positiva affronta...un vecchio amico. Al Castellani arriva la Lazio di Maurizio Sarri, uno che da quelle parti ha lasciato ottimi ricordi. Ma ci sarà poco spazio per i sentimentalismi, perchè anche se la classifica è buona i toscani sanno bene che ogni giornata è fondamentale. Un concetto che Paolo Zanetti cerca di imprimere a fuoco nella mente dei suoi. E in conferenza stampa il tecnico parla del match contro i capitolini, guardando alle sue opzioni e a quello che è stato fatto finora.

Arriva la Lazio

—  

Indubbiamente, il ritorno a Empoli di Caputo dà opzioni in più all'Empoli. "Lo avevamo detto, Caputo gioca bene e fa giocare bene i compagni. Con l'Udinese abbiamo fatto cose buone, ma anche qualcosa di meno buono, perchè visto come avevamo messo la partita dovevamo fare di più, ci sono state offerte ripartenze che non abbiamo sfruttato per chiudere il match. Ora abbiamo un potenziale maggiore, ma lo spirito resta quello". E ora arriva la Lazio. "Una squadra importante, centrata, che gioca bene e a volte è quasi ingiocabile, che abbina le idee di Sarri al talento dei giocatori. Ma non possiamo abbassarci e portarci il pericolo dento casa e dobbiamo essere cinici quando ci daranno qualche opportunità".

Parecchie assenze per l'Empoli

—  

Si arriva però con un dato da non sottovalutare: l'Empoli non è mai riuscito a vincere a Roma. Un tabù che Zanetti vorrebbe sfatare. "Speriamo, prima dell'Udinese abbiamo fatto un discorso simili ed è successo. Le partite si devono giocare e noi vogliamo farlo, ci arriviamo in una situazione mentale ben chiara. Possiamo permetterci di non guardare la classifica e di ragionare gara per gara". Zanetti deve fare i conti con gli assenti. "Non avremo Akpa e Haas. Henderson ha pochi minuti nelle gambe e Bandinelli, che per noi ha una certa importanza, non si è allenato regolarmente. In questo momento non stiamo benissimo e probabilmente rivedremo qualche ragazzo che scalpita".