Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Zanetti: “La reazione alla partita col Milan è stata rabbia. Col Toro sarà battaglia, siamo entrambi feriti”

Zanetti: “La reazione alla partita col Milan è stata rabbia. Col Toro sarà battaglia, siamo entrambi feriti” - immagine 1
Le recriminazioni per quanto avvenuto con il Milan hanno segnato la preparazione della sfida agli uomini di Juric. Quindi, Zanetti sa c'è da attendersi una reazione di orgoglio. Sia degli avversari che dei suoi...

Redazione Il Posticipo

Una squadra ferita. Così Paolo Zanetti descrive il suo Empoli nella conferenza stampa che precede il match contro il Torino. Le recriminazioni per quanto avvenuto con il Milan hanno segnato la preparazione della sfida agli uomini di Juric, anche loro reduci da una sconfitta netta (quella contro il Napoli). Dunque, l'allenatore dei toscani sa che c'è da attendersi una reazione di orgoglio. Sia degli avversari che dei suoi...

Le conseguenze della sconfitta con il Milan

“Sarà una partita complicata perchè il Toro è una squadra forte, che è aggressiva, dinamica e pressa per 90 minuti. Bisognerà calarsi nella partita che i nostri avversari ci faranno fare. Loro hanno caratteristiche chiare, sono una squadra fisica ma anche tecnica, dovremo ribattere colpo su colpo.Sarà una battaglia a cui entrambe le squadre arrivano ferite, anche perchè noi nell'ultimo match siamo stati disattenti". Ogni riferimento alla partita col Milan, riacciuffata e poi persa in capo a un minuto, non è casuale. "Le reazioni al Milan sono state diverse per ognuno, per esempio la mia è stata di rabbia, una rabbia che ho trasmesso ai ragazzi. Spero che possa servire per domani, perchè è un tipo di partita che cade a pennello. E anche nei miei giocatori ho visto la giusta incazzatura, unita alla consapevolezza di aver giocato alla pari con una grande squadra. E ci siamo portati a casa un insegnamento, mai abbassare la guardia in Serie A".

Le scelte per il Torino

Scelte quasi obbligate per Zanetti in vista del Toro. “Siamo senza calciatori importanti, in più Stojanovic e Satriano sono in dubbio a causa di problemi che hanno avuto in settimana. Proveremo a recuperarli ma non metto le mani avanti, ragiono di squadra, chi entra può non far rimpiangere i compagni. Nelle ultime partite ho visto che chi entra fa bene e si ricandida per giocare la partita successiva, così si crea una competizione sana". Tra quelli che possono dare il loro contributo, ci sono Baldanzi e Cacace, entrambi non al top. "Cacace lo hanno scombussolato i viaggi, ma c'è qualcosa nell'aspetto mentale in cui deve migliorare, ne ho già parlato con lui. In partita fa fatica a dimostrare quello che fa vedere a me in allenamento. Baldanzi non è ancora al massimo, ma sta meglio rispetto alla scorsa settimana e può aiutarci parecchio a partita in corsa"