Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Zanetti: “Che rabbia, spariti dal campo. Risultato pesante, ce lo portiamo a casa sperando ci faccia crescere”

Zanetti: “Che rabbia, spariti dal campo. Risultato pesante, ce lo portiamo a casa sperando ci faccia crescere” - immagine 1
Juventus senza problemi con i toscani. Il tecnico non ha apprezzato l'atteggiamento dei suoi.

Redazione Il Posticipo

La Juventus vince e convince contro l'Empoli che non riesce ad opporre resistenza alla squadra di Allegri. Risultato finale, quello dello Stadium, che non lascia molto spazio alle interpretazioni. Poker servito ai toscani.  Zanetti analizza la partita dei suoi ai microfoni di DAZN.

KO

—  

L'Empoli aveva poco da perdere, ma si è trovato di fronte una Juventus affamata come una provinciale. Due gol di testa, la fisicità della Juventus ha fatto la differenza.  "L'Empoli ha giocato per 60 minuti con personalità anche se ha creato poco. Poi siamo spariti dal campo perdendo la nostra identità e disunendoci. Questo non deve succedere perché altrimenti rischi di prendere setto o otto gol. Mi prendo la responsabilità di quanto accaduto. Abbiamo tenuto bene il campo e il palleggio, ci siamo avvicinati anche al pareggio ma siamo arrivati solo ad affacciarci nella loro trequarti facendo fatica a trovare spazio. E quando la Juve ripartiva dava sempre l'impressione di essere pericolosa. Non è un problema di attaccanti. Avevo inserito Pjaca contando sulle sue motivazioni e ha giocato anche una buona partita. Il problema è che non siamo stati in grado di servire gli attaccanti. Il risultato è pesante, ce lo portiamo a casa e speriamo che ci faccia crescere".

Zanetti: “Che rabbia, spariti dal campo. Risultato pesante, ce lo portiamo a casa sperando ci faccia crescere” - immagine 1

PROSPETTIVE

—  

Lo Stadium, al netto di una Juventus in crisi, non era lo stadio dove fare punti. La sensazione è che l'Empoli abbia pagato la spensieratezza di una classifica che resta comunque lusinghiera. E adesso il calendario si fa in salita. Atalanta, Sassuolo e Napoli.  "Prendere gol di testa in quel modo ci ha fatto male. Di solito siamo bravi su palla inattiva anche contro squadre con grande fisicità. La verità è che siamo stati leggeri e non è possibile esserlo in una partita del genere. Questo mi fa molto arrabbiare. Non mi piace uscire così da una partita. Un conto è perdere uno o due a zero. Altro è subirne quattro. A caldo meglio non parlare, meglio archiviare questa partita e poi analizzeremo i dettagli per imparare quanto sbagliato e non ripeterlo. Ci aspettano altri grandi appuntamenti e dobbiamo farci trovare pronti".