Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Zamorano, fra calcio e musica. “Io, Ronaldo, il Boca e quella storia con Madonna….”

Il cileno ha ricordato il suo passato da calciatore rivivendo avventure in campo e fuori...

Redazione Il Posticipo

Da Miami, dove vive da quattro anni e lavora come commentatore di calcio, Iván Zamorano, come riportato da Infobae ha ripercorso parte della sua carriera professionale. Con alcuni particolari... piccanti.

MADONNA - In primis, l'incontro... ravvicinato con Madonna. La cantante lo ricorda non esattamente per le doti calcistiche. "La prima cosa che penso se parliamo di Zamorano è... il sesso". Niente male. E il diretto interessato racconta che tutto risale al Mondiale del 1998. Il Cile era una signora squadra con l'ex interista e Salas in attacco. "Quella é  stata una frase...epica mentre stavamo giocando la Coppa del Mondo 98.  Avrebbe potuto dire che gli piaceva il modo in cui giocava o il campo: non era il momento adatto". Fra l'altro i due non si sono neanche incontrati. "Sono andato una volta a sentirla a cantare in Svizzera, nel 1989".

CALCIO - Parlando di calcio, invece, i ricordi abbondano. A partire dalla convivenza con Ronaldo. "Nella mia esperienza all'Inter ho condiviso molto tempo con gli argentini grazie a Javier Zanetti, che mi ha integrato perfettamente. Nei derby mi scambiavo un sacco di botte in campo con Ayala, poi dopo ci concedevamo un barbecue insieme ”. Quella Inter aveva una spiccatissima anima sudamericana. "Eravamo un gruppo forte, con la gioia dei brasiliani e "los huevas" degli argentini. Ronaldo ci ha deliziato. In partita era un fenomeno, ma se lo avessero visto in allenamento, era qualcosa di meraviglioso. Quando si è infortunato sono accorso e ho visto il tendine del ginocchio staccato. Ho pensato che non avrebbe più giocato, invece ci ha dato una grandissima lezione".

TIFO - Anche in Sudamerica, Zamorano ha una squadra del cuore. L'Independiente. "Sono rimasto  affascinato da quella squadra, poi però ho sposato una tifosissima del Boca e i miei figli adesso simpatizzano per gliu azul y oro, complice la loro madre".