Yeray, un rinnovo lungo una vita: il difensore che ha sconfitto due volte il tumore firma fino al 2026 con il suo Athletic

Yeray, un rinnovo lungo una vita: il difensore che ha sconfitto due volte il tumore firma fino al 2026 con il suo Athletic

Yeray Alvarez firma il rinnovo con il suo Athletic Bilbao, clausola rescissoria di 70 milioni. A prima vista, nulla di speciale. E allora perchè vale la pena di raccontare la sua storia? Perchè firma un contratto di sette anni e soprattutto perchè lo fa dopo aver sconfitto due volte un tumore.

di Redazione Il Posticipo

Yeray Alvarez firma il rinnovo con il suo Athletic Bilbao, clausola rescissoria di 70 milioni. Lo annuncia lo stesso club basco sul suo profilo Twitter. Niente di particolare, succede tutti i giorni che qualche calciatore prolunghi il contratto. E guardando alla carriera del difensore, a prima vista non c’è nulla di speciale. Baskonia, Bilbao Athletic e Athletic Bilbao, un modo come un altro per dire che il classe 1995 ha passato l’intera carriera in biancorosso (anche se il Baskonia, la squadra C, è giallonero). E allora perchè vale la pena di raccontare la sua storia?

MALATTIA – Beh, intanto perchè Yeray firma un contratto di sette anni, non proprio una cosa normale nel calcio di oggi. E poi perchè il calciatore basco ha sconfitto il tumore. Non una, ma addirittura due volte. Una storia che ricorda quella di Francesco Acerbi, sia per il ruolo che per il doppio dramma. Nel dicembre 2016 Alvarez ha solo 21 anni quando gli viene diagnosticato un tumore ai testicoli, appena due mesi dopo aver fatto il suo debutto con la prima squadra. A Yeray bastano però 46 giorni per tornare in campo, contro il Barcellona il 4 febbraio 2017. Ma il male non ha ancora chiuso con lui, perchè a giugno dello stesso anno le analisi parlano chiaro: recidiva, bisogna ricominciare con le terapie.

RINASCITA – Il basco però, come dimostra la sua carriera…si difende bene. E quindi a settembre 2017 viene di nuovo dichiarato guarito e può tornare ad allenarsi. In campo ci scenderà di nuovo, per uno scherzo del destino, sempre il 4 febbraio. Che tra le altre cose, è la giornata mondiale per la lotta al cancro. Da quel momento in poi, Yeray non si è più fermato. Nella scorsa stagione ha giocato 30 partite su 38 in Liga, quasi sempre per novanta minuti. E quando c’è stato da rinnovare il contratto, nè lui nè il club ci hanno pensato un attimo. Firma pluriennale, come Julen Guerrero (altra icona del club) prima di lui. E il tweet dell’Athletic è chiaro: “la cosa più importante di un viaggio è con chi lo fai”. Yeray l’ha fatto con l’Athletic, che non lo ha mai lasciato da solo, come quando i compagni si sono tutti rasati per fargli forza. E tra i Leoni del San Mames, lui è di certo il più forte.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy