Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Yaya Touré, l’ultima in Cina è un horror: rosso dopo 10 secondi, ma lui festeggia ugualmente…

Il centrocampista non ha perso il suo talento, ma non ha più la sua pazienza? Yaya Touré è ripartito alla grande dalla Serie B cinese, la sua ultima partita con lo Qingdao Huanghai però è stata più veloce del previsto. Al fischio finale il...

Redazione Il Posticipo

Dal 2010 al 2018 Yaya Touré è stato una colonna del Manchester City. Dopo gli anni in Inghilterra l'ivoriano ha giocato per qualche mese all'Olympiakos prima di cambiare pagina e volare in Cina: a luglio è diventato un centrocampista dello Qingdao Huanghai che aveva bisogno di un giocatore di personalità per ottenere la promozione in Serie A. Alla fine l'obiettivo è stato centrato, ma l'ultima dell'ivoriano in Cina non verrà ricordata come una delle migliori partite. Anzi.

PARTITACCIA - Yaya Touré ha giocato appena 10 secondi nella sua ultima partita nella Serie B cinese. Costretto a lasciare il campo dopo aver commesso un duro intervento ai danni di un avversario dello Nantong Zhiyun. L'intervento killer del 36enne a palla lontana non è sfuggito alle telecamere presenti allo stadio: il rosso è arrivato dopo la segnalazione della Var. L'espulsione dell'ivoriano ha tagliato le gambe alla sua squadra uscita sconfitta per 2-1, ma al fischio finale i buoni motivi per festeggiare non sono mancati.

STORIE INSTAGRAM - Lo Qingdao Huanghai ha vinto il campionato con 57 punti in classifica dopo 30 giornate e ha conquistato la promozione nella Chinese Super League. Yaya Touré ha dato il suo contributo realizzando 2 gol e 3 assist in 14 partite da luglio ad oggi. L'espulsione finale ha macchiato quanto di buono fatto in pochi mesi: l'ivoriano non riceva un cartellino rosso da 5 anni, l'ultima volta era successo con la maglia del Manchester City contro il Cska Mosca in Champions League. Nonostante il gestaccio, il giocatore ha festeggiato sui social per i risultati ottenuti quest'anno: "Si sono io! Festeggiamo per un altro trofeo con le mie storie su Instagram... Unitevi a me!". Lo faranno praticamente tutti, a parte quel povero avversario che si è preso un brutto calcione a palla lontana.