Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

europei 2021

Xhaka scatenato: “Abbiamo scritto la storia”. Sommer: “Una notte fantastica, ci abbiamo sempre creduto”

BUCHAREST, ROMANIA - JUNE 28: Vladimir Petkovic, Head Coach of Switzerland celebrates with Granit Xhaka of Switzerland after victory in the penalty shoot out in the UEFA Euro 2020 Championship Round of 16 match between France and Switzerland at National Arena on June 28, 2021 in Bucharest, Romania. (Photo by Mihai Barbu - Pool/Getty Images)

Partita che ha rovesciato ogni pronostico e logica non ha trattenuto la gioia.

Redazione Il Posticipo

Granit Xhaka è uno dei principali artefici della vittoria della Svizzera contro la Francia. Il capitano degli elvetici non ha segnato ma ha giocato una partita sontuosa in mezzo al campo. Un gigante fra Pogba e Kante. E alla fine della partita che ha rovesciato ogni pronostico e logica non ha trattenuto la gioia. Dopo l'errore decisivo di Mbappé il centrocampista è corso verso la linea di fondo puntando Petkovic. E una volta raggiunto lo ha affettato per la giacca prima di scuoterlo come fosse un pelouche. Il commissario tecnico... non ha opposto resistenza e ha lasciato sfogare il suo centrocampista che poi è andato anche prima a una telecamera, prima ponendosi il dito alla bocca e poi tirando un buffetto al vetro della macchina da ripresa. Segnale chiaro per zittire i critici. Quindi ha parlato a ITV.

STORIA - Difficile contenere la gioia. "Una sensazione incredibile. Tutti i cittadini svizzeri possano essere assolutamente orgogliosi di noi. Oggi abbiamo scritto una pagina di storia e ci siamo riusciti mettendo in campo spirito e carattere per tornare in partita. Sono assolutamente orgoglioso di far parte di questa squadra. A questo punto è assolutamente lecito sognare. Abbiamo eliminato i campioni del Mondi siamo ancora in piena corsa nel torneo e nei quarti affronteremo la Spagna, una squadra che conosciamo molto bene. Ovviamente per andare avanti abbiamo bisogno dello stesso spirito di squadra visto oggi".

1954 - Xhaka non si è fatto, fra l'altro, trascinare da un eccessivo entusiasmo: è il miglior risultato dal 1954. Merito anche di Sommer che potrà raccontare ai nipotini di aver parato un rigore a Mbappè: "Una splendida partita, una fantastica notte di calcio. Un finale pazzesco, ma ce lo siamo meritati. Siamo riusciti a tornare in partita recuperando due gol di svantaggio. Sono davvero orgoglioso di questa squadra. Ci abbiamo sempre creduto, abbiamo sempre detto che anche avremmo giocato sino alla fine senza arrenderci. Sul 3-3 abbiamo capito che c'era la grande occasione per passare il turno. Questa sera dimostra che nel calcio tutto è possibile. Siamo un Paese piccolo ma abbiamo tanta qualità e esperienza in rosa. E penso che la squadra lo abbia dimostrato".