Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Xavi: “Tornerei al Barcellona, ma solo con un progetto serio e ripartendo da zero”

Patti chiari e amicizia lunga.  Xavi l'ex capitano del Barcellona nonché attuale allenatore di Al-Sadd vuole tornare al Barcellona, ma alle sue condizioni.

Redazione Il Posticipo

Patti chiari e amicizia lunga.  Xavi l'ex capitano del Barcellona nonché attuale allenatore di Al-Sadd vuole tornare al Barcellona, ma alle sue condizioni. Uni dei simboli della squadra campione di tutto  ha parlato in un'intervista per " El Magazine " ripresa dal Mundo Deportivo. E ha dimostrato come sempre idee chiare e grandissima personalità.

RITORNO -  Xavi, e lo conferma, è stato già chiamato  dalla società blaugrana qualche tempo fa, ma voleva prendersi del tempo. "Chiaramente voglio tornare al Barcellona ma mi dovevo testate come allenatore per fornire un contributo ai giocatori. Però ho parlato con loro: immagino un progetto che inizi da zero e in cui abbia pieni poteri decisionali".

PATTI CHIARI - Sebbene non chiuda la porta per tornare al Camp Nou con l'attuale dirigenza Xavi non si nascone:  "devo essere in sintonia con tutti. Negli spogliatoi non ci possono essere elementi negativi.  Vorrei entrare con persone del mio staff per formare una buona squadra. Vorrei lavorare insieme con persone di cui ho fiducia, con cui c'è lealtà e che sono persone molto valide. Non voglio decidere da solo. Qui, prendiamo le decisioni tutti insieme con il personale anche se l'ultima parola corrisponde a me.

ROSA - La rosa, tutto sommato, non gli dispiace. "Gran parte della rosa mi sembra straordinaria. A partire dal portiere. Jordi Alba e Piquè, Busquets sono i migliori interpreti del loro ruolo al mondo. Messi è il miglior giocatore al mondo. E a questi vanno aggiunti Suarez, De Jong e Arthur. Con questa base puoi vincere per molti anni. Servirebbero, forse, un paio di esterni, alla Neymar. Sarebbe un innesto fantastico come Sancho o Gnabry".