Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Xavi, numeri da titolo: miglior difesa di sempre e sulla scia di Mourinho e Vilanova

Xavi, numeri da titolo: miglior difesa di sempre e sulla scia di Mourinho e Vilanova - immagine 1
La vittoria conquistata dal tecnico in casa dell'Atletico Madrid, oltre a permettere di distanziare il Real Madrid e isolarsi al primo posto in classifica, lascia in eredità numeri che fanno ben sperare per riportare il titolo in Catalogna.

Redazione Il Posticipo

Xavi sulle orme dei grandissimi del Barcellona e del campionato spagnolo. La vittoria conquistata dal tecnico in casa dell'Atletico Madrid, oltre a permettere di distanziare il Real Madrid e isolarsi al primo posto in classifica, lascia in eredità numeri che fanno ben sperare per riportare il titolo in Catalogna.

NUMERI

—  

Le cifre, riprese da uno studio del Mundo Deportivo, lasciano un certo spazio all'ottimismo. 41 punti in sedici giornate rappresentano qualcosa di enorme. E sono suscettibili di ulteriori variazioni verso l'alto considerando che sino al termine del girone d'andata il Barça deve giocare tre partite contro avversari alla portata. Un en plein, tutt'altro che impossibile, contro Getafe Girona e Betis permetterebbe a Xavi di presentarsi al giro di boa con 50 punti. Ovvero sulla scia del Real Madrid di Mourinho del 2011-2012 e del Barcellona del compianto Tito Villanova che hanno toccato quota "100" in Liga. Al netto delle proiezioni, resta indiscutibile la solidità di una squadra che vince senza subire gol. Nelle sedici sfide di campionato giocate sinora, Ter Stegen ha raccolto il pallone alle proprie spalle solo in sei occasioni. Si tratta di un record assoluto nel XXI secolo. Per trovare una impermeabilità difensiva pari a quella della squadra di Xavi. Occorre spostare le lancette del tempo sino al 1986/1987. E in entrambi i casi si tratta della miglior difesa di sempre della storia del club.

TITOLO

—  

Anche se non ripercorresse le orme di Mourinho e Villanova, tutto lascia credere che Xavi abbia ottime possibilità di laurearsi Campione di Spagna. Solo Valverde, nella stagione 2017/2018, era riuscito a fare qualcosa di meglio totalizzando 44 punti dominando il campionato chiuso a 93. Nell'anno successivo, il Barcellona alla 16esima aveva "solo" 34 punti, più che sufficienti a garantirgli il bis arrivato a quota 87. Nel 2019/2020 il tecnico ne aveva totalizzati 35 ma non finì la stagione sostituito da Sétien che chiuse a 82 punti dietro il Real Madrid. Evidente, il miglioramento rispetto alle ultime due stagioni. Nel 2020/21 dopo 16 giornate il Barcellona di Koeman aveva 28 punti ed era al quinto posto chiudendo poi al terzo. E nella scorsa stagione a questo punto del campionato Xavi aveva giocato solo quattro partite subentrando a Koeman. I punti erano appena 24. Settimo posto che diventò secondo. Primi segnali di un cambio di marcia, adesso tangibile.