calcio

Xavi, missione in Baviera: convincere Haaland a salire in… Barça

Xavi Hernández, missione in Baviera. L’allenatore del Barcellona come riportato da L’Esportiu mercoledì,​ ha raggiunto Monaco in compagnia di Jordi Cruijff per incontrare Erling Haaland, l’attaccante norvegese che si sta...

Redazione Il Posticipo

Xavi Hernández, missione in Baviera. L'allenatore del Barcellona come riportato da L'Esportiu mercoledì,​ ha raggiunto Monaco in compagnia di Jordi Cruijff per incontrare Erling Haaland, l'attaccante norvegese che si sta riprendendo dall'infortunio in Germania. Secondo quanto riferito, i due hanno spiegato il loro progetto al giocatore, invitandolo a... salire in Barça.

2023 - Xavi vorrebbe puntare sull'orgoglio del calciatore, che non ha intenzione di essere "parcheggiato" sino al 2023 a Dortmund. Haaland ha già espresso la sua preferenza per il Real Madrid ma nel contempo ha espresso la volontà di voler partire quest'estate. In questo senso, gli ultimi giorni sono stati frenetici. Sul tavolo del giocatore nelle ultime ore sarebbe arrivata un'offerta specifica: un'altra stagione al Borussia, fino al 2023, ricevendo già lo stipendio che avrà in futuro al Madrid. All'operazione parteciperebbero anche diversi sponsor. Haaland e il suo entourage, però, insistono: il ragazzo vuole partire quest'estate, e non nel 2023, nel rispetto dell'accordo raggiunto con il Borussia quando ha firmato per il club tedesco.

 DORTMUND, GERMANY - FEBRUARY 18: Kilian Mbappe of Paris Saint-Germain shakes hands with Erling Haaland of Dortmund prior to the UEFA Champions League round of 16 first leg match between Borussia Dortmund and Paris Saint-Germain at Signal Iduna Park on February 18, 2020 in Dortmund, Germany. (Photo by Alex Grimm/Getty Images)

MISSIONE - Il Real, però, nicchia. Ha già individuato, per il 2022, in Mbappé l'obiettivo principale. E alla Casa Blanca la priorità resta quella. Resta da capire se Haaland accetti un ruolo, seppur di lusso, comunque di "seconda scelta". Ed è insinuando questo dubbio che Xavi intende giocarsi le proprie carte. Il tecnico sa benissimo che non può competere la forza economica dei suoi rivali. Dunque cercherà di "sedurre" il giocatore in mille modi possibili. Uno di questi, la presenza dello stesso Xavi per spiegare quale ruolo avrebbe giocato nel progetto del Barça a medio e lungo termine. Un ruolo assolutamente centrale, sia come attaccante, sia da nuovo simbolo del club. Laporta ha cercato in più occasioni di convincere il suo rappresentante, Mino Raiola, che il Barça è l'opzione migliore per Haaland. Se però, come sembra, al Real dovesse affiancarsi anche il City, la concorrenza crescerebbe sino a diventare quasi insostenibie. E servirà tutta l'arte persuasiva di Xavi.