Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Xavi, Barcellona in campo a capodanno per punizione: niente vittoria nel derby, niente vacanza…

Xavi, Barcellona in campo a capodanno per punizione: niente vittoria nel derby, niente vacanza… - immagine 1
Non è certo la prima volta che l’allenatore applica il concetto di Bonus Malus con i propri calciatori. Nella scorsa stagione la squadra era stata premiata.

Redazione Il Posticipo

Xavi, un sergente di ferro. Allenamenti a capodanno per punire i calciatori. Al netto dell’arbitraggio perlomeno discutibile, il Barcellona non è riuscito ad andare oltre il pari con l’Espanyol. Quanto basta per tornare a sudare sul campo di allenamento nonostante il giorno di festa.

SFIDA

—  

L'allenatore del Barcellona non ha risparmiato le critiche al direttore di gara, ma ha anche sottolineato come il pari fosse anche e soprattutto colpa dei calciatori. Oggettivamente, la vittoria era un risultato nelle corde della squadra blaugrana. Non a caso, Xavi, come riportato da AS, aveva lanciato una “sfida” ai suoi calciatori. Nella pianificazione della settimana di allenamento era previsto che il Barcellona si sarebbe radunato anche a capodanno, il giorno dopo la partita. Tuttavia Xavi avrebbe annullato la seduta se la squadra avesse vinto il derby. Non essendoci riuscita, oltre a perdere due punti in classifica, la squadra ha gettato alle ortiche anche l’occasione di godersi una giornata all'insegna del tempo libero.

Xavi, Barcellona in campo a capodanno per punizione: niente vittoria nel derby, niente vacanza… - immagine 1

BONUS MALUS

—  

Non è certo la prima volta che l’allenatore applica il concetto di Bonus Malus con i propri calciatori. Xavi è solito proporre, di tanto in tanto, una serie di sfide con tanto di premio a vincere ai suoi giocatori prima di partite particolarmente importanti o in vista del raggiungimento di un obiettivo. Basti pensare che al primo derby giocato al Camp Nou, coinciso fra l’altro con il suo esordio in panchina, il tecnico aveva posto due condizioni legate alla vittoria. La prima, un giorno di vacanze natalizie in più. E una cena in uno dei ristoranti più chic di Barcellona se nel primo tempo si fossero segnati due gol in 30’ di gioco. In quella occasione era andata di lusso: vittoria e… niente salasso. Addio cena pagata, perché il Barcellona ha vinto ma senza riuscire a segnare nel tempo previsto dal bonus. Questa volta invece è scattato il “malus”. Tutti in campo per smaltire immediatamente cenone di capodanno e la frustrazione derivante da un pareggio che è costato tantissimo in termini di morale, classifica e… tempo libero.