Xabi Alonso torna a casa: il basco allenerà la Real Sociedad B

Xabi Alonso torna a casa: il basco allenerà la Real Sociedad B

Dopo aver dominato il campionato con le giovanili del Real Madrid, Xabi Alonso torna a San Sebastian. Ad aspettarlo a braccia aperte c’è la Real Sociedad, che lo ha visto crescere calcisticamente e che ora gli offre la guida della formazione B. Una sfida affascinante per un predestinato della panchina…

di Redazione Il Posticipo

Che Xabi Alonso fosse il più classico degli allenatori in campo, se ne erano accorti un po’ tutti. Negli anni passati in mediana, tra Real Sociedad, Liverpool, Real Madrid e Bayern Monaco, lo spagnolo era facilmente etichettabile come uno di quelli per cui il passo dagli scarpini alla panchina sarebbe stato più semplice. E infatti il basco, non appena ha lasciato il calcio, ha preso il patentino e si è subito dato da fare. A chiamarlo è stata la Casa Blanca, che non è certo rimasta delusa: la formazione Infantil A del Real Madrid ha infatti stravinto il gruppo 1 della Division de Honor, con 25 vittorie, un pareggio e neanche una sconfitta.

CASA – Un vero e proprio predestinato, capace di prendersi un giorno una panchina importante. Ma per il momento, Xabi Alonso torna a casa. Ad aspettarlo a braccia aperte c’è la Real Sociedad, che lo ha visto crescere calcisticamente e che ora gli offre la guida della formazione B, che gioca in Segunda Division B, la terza serie del campionato spagnolo. Un bel passo in avanti, considerando che quasi sempre la panchina della seconda squadra è…l’anteprima del passaggio a quella dei grandi, come possono dimostrare Guardiola o Zidane. E visto che per il Castilla il Real ha scelto l’altra leggenda Raul, il basco ha accettato con gioia la proposta del suo vecchio club.

DUE ANNI – Come conferma il sito della Real Sociedad, il tecnico ha firmato un contratto biennale, nella speranza di far risalire il Sanse (come è soprannominata la squadra B) almeno di una categoria. Di certo una gran gioia per il centrocampista, che si farà le ossa nelle competitive divisioni inferiori spagnole in un ambiente che conosce a menadito. Un po’ meno felice sarà invece…il Bayern Monaco, che non appena Xabi Alonso ha cominciato la carriera da allenatore gli ha subito messo gli occhi addosso. Lo stesso presidente Rummenigge ha più volte dichiarato candidamente che non vede l’ora di riportare il suo ex centrocampista in Baviera, ma stavolta sulla panchina attualmente di Kovac. Ora però i tedeschi dovranno aspettare almeno due anni. Sempre che il predestinato non dimostri di nuovo di poter tranquillamente bruciare le tappe…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy