Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Wolves, Lage scherza…ma non troppo: “Se non sono contenti di lui, io un posto in squadra per CR7 ce l’ho…”

MANCHESTER, ENGLAND - SEPTEMBER 11: Cristiano Ronaldo of Manchester United celebrates with Bruno Fernandes after scoring their side's second goal during the Premier League match between Manchester United and Newcastle United at Old Trafford on September 11, 2021 in Manchester, England. (Photo by Clive Brunskill/Getty Images)

Nonostante il momento non proprio positivo dei Red Devils, è proprio il numero 7 il pericolo maggiore dello United, che affronta il Wolverhampton in Premier League. E il tecnico dei Wolves scherza sul momento del suo connazionale...

Redazione Il Posticipo

Cosa rappresenta al momento attuale CR7 per il Manchester United? Un punto di forza o un problema? Le opinioni non sono concordi, perchè chi si concentra sui numeri non può che notare che il portoghese è il miglior marcatore dei Red Devils e che senza i suoi gol la squadra di Solskjaer prima e di Rangnick ora non sarebbe certo arrivata alla fase a eliminazione diretta in Champions League. Ma molti altri sottolineano che il suo ritorno a Old Trafford sta creando qualche difficoltà di troppo a calciatori che prima, senza la sua forse troppo ingombrante presenza, offrivano prestazioni migliori. Un modo di vedere le cose che però non convince il tecnico dei Wolwes, Bruno Lage.

CONTENTI - "Se non sono contenti di lui, io un posto in squadra per Cristiano Ronaldo ce l'ho...". Scherza ma non troppo Lage, che ha ereditato la guida del Wolverhampton da un altro connazionale, Nuno Espirito Santo. E dire che più di qualcuno, visto lo stretto legame tra il club e il procuratore Jorge Mendes, aveva suggerito già in estate un passaggio di Cristiano ai Wolves. "Però so bene che al Manchester United sono contenti di lui", precisa il tecnico, consapevole che nonostante il momento non proprio positivo dei Red Devils, è proprio il numero 7 il pericolo maggiore dello United, che affronta il Wolverhampton in Premier League.

MACCHINA - E come riporta AS, nella conferenza stampa che precede il match, Lage si lancia in una presa di posizione abbastanza forte riguardo le critiche che hanno colpito il cinque volte Pallone d'Oro nelle ultime settimane. "Quando guardiamo un calciatore, la cosa più importante è capire quello che può dare a una squadra. E quando guardiamo Cristiano, che segna così tanti gol, è complicato credere che abbia 36 anni. È stato a questo livello da quando era molto giovane ed è una macchina, punta sempre a segnare. È un grandissimo calciatore e penso che qualsiasi squadra al mondo vorrebbe poter contare su di lui". Parole di stima, di cui il tecnico dei Wolves certamente spera che Ronaldo si ricorderà quando ci sarà da affrontare la sua squadra...