Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Wolverhampton, il club…chiude tutti in casa: ai calciatori è vietato andare a fare la spesa al supermercato!

(Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Tra i paesi europei più colpiti dalla seconda ondata della pandemia di Covid-19 c'è certamente il Regno Unito e il calcio è tornato a pagarne il prezzo. Ecco perchè al Wolverhampton hanno deciso che è meglio...prevenire che curare.

Redazione Il Posticipo

Tra i paesi europei più colpiti dalla seconda ondata della pandemia di Covid-19 c'è certamente il Regno Unito, che sta anche combattendo con la ormai celebre "variante inglese" del virus. Una situazione forse anche più grave di quella della primavera, in cui il governo ha dovuto accodarsi con urgenza al lockdown totale che già altre nazioni avevano imposto ai propri cittadini. Stavolta però il mondo non si è fermato e anche il calcio è andato avanti, tra tamponi, bolle e precauzioni varie. Il Manchester City ha avuto un brutto regalo di Natale, con Gabriel Jesus e Kyle Walker che sono risultati positivi prima di poter prendere parte al Boxing Day. E al Wolverhampton hanno deciso che è meglio...prevenire che curare.

SPESA - Ecco perchè, come riporta Marca, il club ha deciso che i calciatori non possono neanche...andare a fare la spesa. Una necessità per chiunque e qualcosa che è ovviamente permesso anche nelle zone più colpite del Regno Unito. Ma se si può evitare, meglio farlo, altrimenti il rischio di non riuscire a presentarsi alle partite di fine 2020 e inizio 2021 è abbastanza alto. La società ha quindi deciso che saranno gli impiegati del club ad andare a fare la spesa al posto dei calciatori, che dovranno semplicemente fare la lista e consegnarla a chi di dovere, senza la necessità di recarsi in ambienti magari affollati e di entrare in contatto con persone che potrebbero veicolare il virus.

 (Photo by John Walton - Pool/Getty Images)

PRECAUZIONI - Del resto, Nuno Espirito Santo è stato molto chiaro al riguardo. "Abbiamo impiegato che vanno per negozi e al supermercato per i calciatori. Dobbiamo evitare qualsiasi tipo di rischio, perchè abbiamo una rosa ristretta e abbiamo già problemi con alcuni giocatori". E qualsiasi riferimento a Raul Jimenez, fuori dopo la tremenda testata con David Luiz nel match contro l'Arsenal, non sembra per nulla casuale. "Non possiamo permetterci di perdere nessuno, tutti giorni gli diciamo 'non vi rilassate e cercate di stare attenti'. E le persone che lavorano nelle nostre mense preparano tantissime cose di cui tutti quanti potremmo avere bisogno". Insomma, se qualcuno dei Wolves è un appassionato di supermercati o si diverte a fare compere, finchè la situazione sarà così complicata dovrà...tenersi a freno.