Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Winks…è troppo onesto e Mourinho lo rimprovera: “Ha ammesso che non voleva segnare da centrocampo, al posto suo io avrei detto che…”

(Photo by Alex Livesey/Getty Images)

Segnare da metà campo non è mica roba da tutti. Ci vuole coraggio per provarci e una certa dose di precisione per riuscirci. E anche un po' di fortuna, come nel caso del gol di Winks nel match del Tottenham contro il Ludogorets. L'inglese ha...

Redazione Il Posticipo

Segnare da metà campo non è mica roba da tutti. Ci vuole coraggio per provarci e una certa dose di precisione per riuscirci. In Inghilterra il maestro è David Beckham, che nel corso degli anni è stato imitato anche dall'ex compagno di nazionale Wayne Rooney. E poi nella lista ci entra...un intruso. Harry Winks, centrocampista del Tottenham, non è esattamente il primo nome che verrebbe in mente riguardo un gol da metà campo degli Spurs. Più facile immaginare Kane, Son, Lo Celso o Lamela fare una cosa del genere. E invece l'inglese ci è riuscito contro in Europa League il Ludogorets, con la complicità del portiere...e con un po' di fortuna.

GOL NON CERCATO - La rete ha messo il sicuro il risultato per la squadra di Mourinho e ha ovviamente catapultato Winks sotto i riflettori. Ma quando è andato ai microfoni di BTSport, il classe 1996 ha sfoggiato una certa onestà intellettuale: quando gli hanno chiesto se il suo gol fosse casuale...ha ammesso che è stato così. "Mi piacerebbe tantissimo venire qui e dire che ho cercato la porta, ma devo essere sincero e dire di no. Ho visto Bale correre verso l'area avversaria e ho cercato lui. Comunque, il gol me lo tengo stretto, era un bel po' che non segnavo. Ma sono anche contento del modo in cui ha giocato la squadra".

RIMPROVERO - Contento lo è anche Josè Mourinho, che intasca la vittoria e il ritorno al primo posto nel girone, agganciando l'Anversa. Ma quando si parla del gol di Winks, lo Special One non si fa sfuggire l'occasione di sfoggiare la sua solita ironia, rimproverando il suo calciatore...per la troppa sincerità, come riporta Sportbible. "Winks è stato onesto e nelle interviste a fine partita ha spiegato che voleva fare un passaggio in diagonale per Bale. Al posto suo io avrei detto 'sì, volevo segnare' e sarei stato candidato al Puskas award". Classica frecciatina alla Mou, con tanto di risata in conferenza stampa. Del resto, la fortuna sarà cieca, ma è anche vero che di solito aiuta gli audaci. Anche...con un passaggio sbagliato.