West Ham prima da dimenticare: sconfitti e contestati

West Ham prima da dimenticare: sconfitti e contestati

Hammers superati in casa dal Newcastle e fuori dallo stadio un mini raduno per contestare la società.

di Redazione Il Posticipo

Un inizio di stagione particolarmente complicato per il West Ham. Gli hammers perdono in casa con il Newcastle ma prima del match hanno anche subito la contestazione dei tifosi. Nel rispetto delle regole, i fan della squadra si sono riuniti fuori dallo stadio per contestare la proprietà.

25 – Erano in 25, quanto basta per essere nelle regole e farsi sentire. Come riportato dal Sun, alla base del malcontento c’è la cessione della promessa Grady Diangana. Il calciatore, promessa di un Academy è stato venduto al West Bromwich Albion  per 18 milioni di sterline. Una scelta che non è andata giù neanche da Noble, il capitano che si era dichiarato triste e arrabbiato sul proprio profilo twitter. I manifestanti  si sono radunati fuori dai cancelli del London Stadium. La richiesta non lascia spazio alle interpretazioni: vogliono che i proprietari e il vicepresidente si dimettano.

PROTESTA – Quanto accaduto è solo il primo atto. Il portavoce degli “Hammers United” Andy Byrne ha spiegato il perché della protesta. “La nostra associazione in questo momento  non può organizzare una dimostrazione su larga scala a causa della legislazione attuale, però alcune persone hanno scelto di protestare fuori dal campo in modo che si sappia quali siano i nostri sentimenti nei confronti della dirigenza”.  Il segretario Stephen Cross si è impegnato a organizzare un’altra manifestazione su larga scala non appena la legge lo consentirà. “Stiamo lavorando 24 ore su 24 per organizzare una serie di proteste su scala ridotta, nel tentativo di mostrare che siamo tutti  delusi, arrabbiati e tristi come il nostro capitano. Cercheremo di creare una sorta di Consiglio dei tifosi, che sia indipendente dal club. Ora più che mai, le voci dei nostri membri e di tutti i tifosi del West Ham devono essere ascoltate”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy