Werner: “Dopo la sconfitta del Chelsea contro il Bayern Monaco ho avuto dei dubbi sui Blues”

Con la maglia del Chelsea Werner ha all’attivo solo un errore abbastanza clamoroso contro il Liverpool. Il tedesco ha raccontato dei retroscena della trattativa e la sua attuale presenza a Londra… non era poi così sicura. Qualche dubbio ce lo aveva.

di Redazione Il Posticipo

Il Chelsea in estate ha speso molto sul mercato. Sono arrivati giocatori di livello mondiale: Ziyech dall’Olanda, Chilwell dall’Inghilterra, Silva e Sarr dalla Francia e Havertz con Werner dalla Germania. Il centrocampista ha già segnato una tripletta, l’attaccante ha all’attivo solo un errore abbastanza clamoroso contro il Liverpool. Il tedesco ha però raccontato dei retroscena della trattativa e la sua attuale presenza a Londra… non era prevista. Qualche dubbio ce lo aveva.

NON CONVINTISSIMO – Il Chelsea ha speso tantissimo per assicurarsi Timo Werner dal Lipsia, sono state dette belle parole e c’è stata una certa pressione da parte dell’amico ed ex compagno Antonio Rüdiger. Il Chelsea seguiva il ragazzo da molto tempo e lui, almeno da febbraio ne era a conoscenza. Come riporta SportBild, in quel mese veniva disputata la partita tra Bayern Monaco e Chelsea persa disastrosamente dai Blues con doppietta da parte di Gnabry e gol Lewandowski. In quel caso, Werner si è preoccupato un po’ per il proprio futuro. “Dopo quella sconfitta non ero convinto completamente di andare a Londra. Mentirei se dicessi che non è stato così, dopo quello che ho visto. Devo dirlo apertamente, perché con il Lipsia abbiamo sempre giocato buone partite e giocandocela con il Bayern“.

MISSIONE COMPIUTA – Evidentemente, gli intermediari, l’agente, la direzione sportiva del Chelsea e, non ultimo Lampard, hanno fatto una grandissima opera di persuasione nei confronti dell’attaccante tedesco. Il ragazzo, infatti, ha deciso di sposare il progetto dei londinesi magari anche con il fine di evitare che un club prestigioso come quello per il quale ha firmato possa evitare certe figure in giro per l’Europa. Sicuramente, la garanzia dell’arrivo di altri top player sul mercato ha rassicurato ancora di più il giocatore che, a quel punto, non ha potuto proprio rifiutare. Ora, però, tocca a lui rispettare le aspettative. E i mezzi per farlo non gli mancano affatto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy