Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Wenger torna in panchina: l’ex tecnico dell’Arsenal sfiderà il PSG in Arabia Saudita!

(Photo by Catherine Ivill/Getty Images)

L'ex storico tecnico dell'Arsenal ha lasciato la panchina dei Gunners da qualche anno, ma ha deciso di tornare, anche se solo per una notte. Del resto, l'occasione è di quelle davvero speciali...

Redazione Il Posticipo

I grandi amori non finiscono, fanno giri immensi e poi ritornano. E quello tra il calcio e chi dedica tutta la sua carriera (per non dire la sua vita) al pallone è certamente un amore enorme. Tantissimi allenatori decidono di smettere, salvo poi tornare sui loro passi, perchè in fondo non riescono a stare lontani dalla panchina, dagli spogliatoi e da tutto quello che il calcio rappresenta nella loro giornata. E persino chi, dopo aver appeso...la lavagnetta al chiodo, si è trovato un altro lavoro non resta indifferente alla possibilità di darsi un'ultima chance di sedersi di nuovo a bordo campo e respirare quell'adrenalina. Come nel caso di Arsene Wenger.

PER UNA NOTTE - L'ex storico tecnico dell'Arsenal ha lasciato la panchina dei Gunners da qualche anno e nel frattempo si è anche trovato un'altra occupazione: responsabile dello sviluppo del calcio presso la FIFA. Un lavoro che, a ben vedere, dovrebbe prendere al francese tutta la giornata e forse anche di più. Ma tra una proposta di giocare i mondiali ogni due anni e a l'altra, Wenger ha deciso che tornerà in panchina, anche se solo per una notte. Nel prossimo mese di gennaio toccherà infatti a lui dirigere una selezione saudita, che raccoglie i migliori calciatori dell'Al-Hilal e dell'Al-Nassr, in una partita amichevole che si giocherà contro il Paris Saint-Germain di Messi, Neymar e Mbappè.

INVITATI - Come ha confermato sul suo profilo Twitter Turki Alsheikh, consigliere della corte reale dell'Arabia Saudita, Wenger sarà dunque in campo, anzi, in panchina, per la Riyadh Season Cup, torneo a inviti che si tiene nel corso della Riyadh Season, un festival di intrattenimento che dal 2019 si svolge nella capitale saudita. E visto che gli invitati sono di lusso, con tre dei calciatori più importanti del mondo a indossare la stessa maglia, anche i padroni di casa non possono essere da meno. Da lì l'idea di chiamare Wenger, che di certo, come ha rivelato più volte da quando si è ritirato, un po' di nostalgia del calcio giocato ce l'ha eccome. E per lui arriva la possibilità di un ultimo addio al campo di fronte alle stelle del suo tanto amato calcio. Che se la sia meritata, non ci sono dubbi...