calcio

Webò torna in campo e in Romania aprono un’interrogazione su Coltescu

LONDON, ENGLAND - AUGUST 26:  Demba Ba of Besiktas warms up during a training session at Emirates Stadium on August 26, 2014 in London, United Kingdom.  (Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

vice allenatore del  Basaksehir potrà tornare in panchina per i minuti restanti della partita  fra  PSG e la squadra turca.

Redazione Il Posticipo

Rosso annullato a Pierre Webó. Il vice allenatore del  Basaksehir potrà tornare in panchina pper i minuti restanti della partita  fra  PSG e la squadra turca. causa delle note vicende che hanno portato alla sospensione dalla partita. Tutto nasce, come riporta il Mundo Deportivo,  dalle parole di Sebastian Coltescu , il quarto uomo che avrebbe indicato il camerunense dicendo “è il nero. Vai a vedere chi è ”. Parole che hanno scatenato il caos. Dopo diversi minuti roventi ai bordi del campo i giocatori della squadra turca hanno deciso di lasciare il campo fra gli applausi del pubblico, seguiti anche dai colleghi del PSG. E la UEFA ha deciso di far riprendere la partita, con una quaterna arbitrale diversa, dal minuto in cui è stata sospesa. Con anche Webò.

SOSPENSIONE -  Webò era stato comunque espulso durante la gara. La UEFA, però ha deciso di sospendere il provvedimento che era stato mostrato  al vice allenatore del Basaksehir, in modo che possa scendere in campo e sedersi regolarmente in panchina.

 ROME, ITALY - SEPTEMBER 19: Istanbul Basaksehir F.K. head coach Okan Buruk looks on during the UEFA Europa League group J match between AS Roma and Istanbul Basaksehir F.K. at Stadio Olimpico on September 19, 2019 in Rome, Italy. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

ROME, ITALY - SEPTEMBER 19: Istanbul Basaksehir F.K. head coach Okan Buruk looks on during the UEFA Europa League group J match between AS Roma and Istanbul Basaksehir F.K. at Stadio Olimpico on September 19, 2019 in Rome, Italy. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

INDAGINE - Intanto in Romania si sta facendo largo un'altra ipotesi. La Federcalcio locale ha aperto una indagine per chiarire. E nel paese d'origine di Coltescu ci si interroga se l'arbitro abbia effettivamente pronunciato la frase razzista. Secondo i membri dell'organizzazione calcistica rumena, nelle informazioni raccolte da L'Equipe, Sebastian Coltescu non sarebbe stato l'autore della frase, ma l'assistente arbitro Octavian Sovre . Nella stessa direzione, ci sarebbe un'altra fonte. Digisport, mezzo che ha analizzato le registrazioni audio del momento, fa notare che la voce che indica “l'uomo di colore lì. Sembra più che sia quello di Octavian Sovre ”.

CONTRA -  Su quanto accaduto e sulle parole di Coltescu si schiera anche una vecchia conoscenza del calcio italiano. Cosmin Contra. L'ex tecnico della Dinamo ha commentato l'episodio razzista. "Conosco Coltescu. È un arbitro che è stato spesso in mezzo a situazioni controverse in Romania perché ha generato diverse polemiche, ma non credo sia  un razzista".