Warnock ammette: “Dopo la tragedia di Sala, alcuni calciatori si sono rifiutati di venire al Cardiff…”

Warnock ammette: “Dopo la tragedia di Sala, alcuni calciatori si sono rifiutati di venire al Cardiff…”

Doveva essere l’acquisto in grado di portare il Cardiff City lontano dalla zona retrocessione. E invece Emiliano Sala è sparito sulla Manica. I gol al posto suo, forse, non li farà nessuno. Anche perchè alcuni colleghi, viste le circostanze, hanno rinunciato al trasferimento in Galles…

di Redazione Il Posticipo

Doveva essere l’acquisto in grado di portare il Cardiff City lontano dalla zona retrocessione. E invece Emiliano Sala è sparito sulla Manica, dopo aver salutato per l’ultima volta i compagni del Nantes. Aveva promesso a Neil Warnock che avrebbe fatto tantissimi gol e del resto è proprio per quelli che i Bluebirds avevano deciso di investire 17 milioni di euro sull’attaccante argentino. E ora, dopo una tragedia a cui ancora non è stata scritta del tutto la parola fine, al Cardiff restano anche altri problemi. Quelli sul campo. Ventiquattro partite, diciannove punti. Non abbastanza per salvarsi, al momento. E il mercato, come conferma Warnock, non ha aiutato.

MERCATO – Anzi, dopo la sparizione dell’aereo di Sala durante il tragitto tra Nantes e il Galles, è stato addirittura più complicato riuscire a trovare un sostituto per l’argentino. Difficile in tutti i sensi, perchè lo stesso Warnock prima della partita con l’Arsenal (e quindi a mercato ancora aperto) aveva messo le cose in chiaro: “Siamo distrutti ed è complicato pensare al mercato. Se riusciamo a prendere qualcuno, bene, altrimenti bene lo stesso”. Vero, ma fino ad un certo punto, perchè la classifica piange e un attaccante serve. Anzi, serviva. Le trattative sono ormai chiuse e l’unico acquisto è stato quello di Leandro Bacuña, che nella vita fa il difensore.

RIFIUTI – Il Cardiff dal canto suo ci ha anche provato, come conferma Warnock. Il problema, come riporta il Daily Mail, è che la tragedia di Sala ha fatto sì che alcuni calciatori rifiutassero il trasferimento in Galles. “Un paio degli attaccanti con cui stavamo parlando non erano felicissimi di venire qui, date le circostanze. Visto quello che è successo, hanno rifiutato il trasferimento. È stata una sessione di mercato molto complicata…”. Facile comprendere la disperazione, umana e sportiva, del tecnico del Cardiff. Non solo quel maledetto volo ha con tutta probabilità portato via alla sua famiglia un ragazzo nel fiore degli anni, ma forse contribuirà anche a mettere fine anche all’esperienza in Premier League del Cardiff…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy