Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Walker, Stones e un souvenir dal Qatar: i due calciatori si riportano in Inghilterra…il gatto Dave!

Walker, Stones e un souvenir dal Qatar: i due calciatori si riportano in Inghilterra…il gatto Dave! - immagine 1
Come ormai accade da 56 anni, l'Inghilterra torna da una grande competizione a mani vuote. Eppure, qualcuno dal Qatar si riporta qualcosa. Che non sarà un trofeo o una medaglia, ma che comunque ha un certo valore, perlomeno affettivo!

Francesco Cavallini

Come ormai accade da 56 anni, l'Inghilterra torna da una grande competizione a mani vuote. E stavolta non c'è neanche l'orgoglio di essersela giocata fino all'ultimo o quasi, come invece era avvenuto ai Mondiali 2018 con la semifinale con la Croazia o a Euro 2021, con la finale persa contro l'Italia di Mancini solamente ai calci di rigore. Un momentaccio per una squadra che per valori tecnici se la potrebbe giocare davvero con tutti, ma che evidentemente non riesce a fare quello step mentale che trasforma una grande nazionale in una selezione vincente. Eppure, qualcuno dal Qatar si riporta qualcosa. Che non sarà un trofeo o una medaglia, ma che comunque ha un certo valore, perlomeno affettivo!

Un gatto di nome Dave

—  

Come racconta MundoDeportivo, Kyle Walker e John Stones nel ritiro dei Tre Leoni hanno trovato...un amico di nome Dave. Di chi si tratta? Di un gatto che durante i pasti della nazionale inglese si presentava con una certa frequenza chiedendo del cibo. Il terzino e il centrale del Manchester City hanno cominciato a interagire con il felino, che sempre più di frequente è comparso nelle foto postate su Instagram dai calciatori. A cui è bastato davvero poco per innamorarsene, come ha spiegato Walker ai canali ufficiali della Football Association. "Era lì da neanche un giorno che io e John lo abbiamo subito adottato", ha raccontato l'esterno inglese. "Ad alcune persone non piace molto il gatto, ma io lo amo", ha aggiunto Stones.

Dave è partito con la squadra

—  

E quindi, il felino è stato battezzato "Dave" ed è diventato di casa. "È il benvenuto a tavola. È comparso il primo giorno che siamo arrivati e stava seduto lì tutta la notte aspettando che qualcuno gli desse da mangiare", ha spiegato il difensore centrale di Guardiola. I due calciatori hanno preso a cuore la situazione del micio, al punto da fare una promessa: quella di riportarlo con loro in Inghilterra. Detto, fatto. Quando i Tre Leoni hanno fatto i bagagli dopo la sconfitta contro la Francia, oltre alle valigie e ai borsoni è infatti apparso un trasportino, con all'interno ovviamente Dave. Che ora dovrà passare quattro mesi in quarantena prima di ricongiungersi con i suoi nuovi "genitori". E chissà che prima o poi a Manchester non incontri anche...nonno Pep!