Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Vivien vive a Leicester ma sarà tifosa ad interim della Roma: ha 37 (o 39) tatuaggi dedicati a Mourinho

La Roma e soprattutto lo Special One avranno una tifosa in più, proprio dalla città che la separa dalla finale di Conference League. 

Redazione Il Posticipo

From Leicester with Love. La Roma ha una tifosa, sebbene ad interim, in più proprio dalla cittadina inglese. La protagonista di questa storia è Vivien Bodycote  63 anni e 37  tatuaggi dedicati a Josè Mourinho. Cifra che potrebbe essere suscettibile di variazione, considerando che la storia risale al 2019 e da allora lo Special One ha avuto modo di allenare altri due club.

TATUAGGI - La vicenda è stata raccontata qualche tempo fa dal Mirror, e risale specificatamente a qualche settimana susseguente all'esonero dello Special One dalla panchina dello United. Vicenda e trattamento riservato  che non erano andata evidentemente giù alla signora Bodycote. Verrebbe da chiamarla la Special One, perché la donna non è esattamente il profilo di tifoso che ci si aspetta. Ama il calcio, ma ha dedicato la sua passione sportiva al carismatico e affascinante Vate di Setubal. E non potendolo conoscere, in qualche maniera ha deciso di legarsi a Mou per sempre, considerando che tra i tanti tatuaggi a tema ce n'è persino uno del tecnico portoghese vestito da Babbo Natale. Roba che forse neanche un tifoso dell'Inter del Triplete ha mai osato immaginare.

"MANGIAMI" - La passione della signora è davvero senza confini. "Il calcio non è lo stesso senza Josè. Amo Josè, penso che il prossimo tatuaggio dovrà essere un qualcosa di unico". Considerando che ha tatuato anche un uovo di Pasqua con la faccia di Mou che dice "mangiami", c'è da chiedersi cosa ci può essere di più originale. Ha promesso, tre anni fa, nuovi tatuaggi in onore del club che avrebbe allenato lo Special One. Resta da capire se in questi ultimi anni abbia deciso di restare... in tema, tatuandosi prima un galletto e poi un lupo, considerando che dal 2019 Mou ha allenato prima il Tottenham e poi la Roma. Di certo, la Roma e soprattutto Mourinho avranno una tifosa in più, proprio dalla città che la separa dalla finale di Conference League.