Vinicius, scatta il…piano B: il talento da 45 milioni esordirà con la seconda squadra

Dopo quello che aveva fatto vedere il brasiliano nei primi giorni di allenamento, il suo esordio e la sua consacrazione sembravano imminenti. Poi però l’entusiasmo è andato calando, così come il minutaggio del ragazzo. Finora per lui neanche un minuto ufficiale. E il Real prepara…il piano B.

di Redazione Il Posticipo

Quando il Real Madrid ha inserito il giovanissimo Vinicius Junior nella lista…per la Primavera, sembrava ovvio a tutti che fosse solo un escamotage per lasciare posti liberi sia al Castilla, la seconda squadra dei Blancos, che alla squadra titolare. Dopo quello che aveva fatto vedere il brasiliano nei primi giorni di allenamento, il suo esordio e la sua consacrazione sembravano imminenti. Poi però l’entusiasmo è andato calando, così come il minutaggio del ragazzo nelle amichevoli precampionato. Sessanta minuti contro lo United, metà partita con la Juventus, spezzoni contro la Roma e contro il Milan. E finora, neanche un minuto ufficiale, nè in Supercoppa nè in campionato, persino a risultato già acquisito.

PIANO…B – Un bel rebus quello che riguarda un ragazzo pagato 45 milioni di euro. Ma comunque nel weekend, se Lopetegui non dovesse convocarlo, il diciottenne scenderà finalmente in campo. Marca riporta che l’obiettivo principale del Real Madrid è far giocare Vinicius e quindi l’esordio ufficiale potrebbe arrivare con la maglia del Castilla. Un classico per chi arriva al Real, la trafila nella seconda squadra, che milita in quella che è la serie C spagnola. Certo, magari non quel che ci si aspettava per chi è stato pagato, tanto per fare un esempio, più di Modric quando è stato acquistato dal Tottenham. Altri tempi e altro mercato, ma l’idea che la Casa Blanca abbia speso tutti quei soldi…per la squadra B lascia perlomeno perplessi. La priorità, comunque, è dare minutaggio al ragazzo.

FIDUCIA – E soprattutto proteggerlo da un’attenzione mediatica che potrebbe causare qualche problema. Questo, riportano dalla Spagna, il motivo principale per cui Lopetegui sta centellinando (anzi, non utilizzando) Vinicius. Il talento c’è e va tenuto in casa, tanto che anche una cessione in prestito in un club della Liga o di Segunda Division è stata decisamente scartata. C’è molta fiducia nel verdeoro e, nonostante qualche mugugno, con calma e con giudizio arriverà anche il momento di vedere all’opera il nuovo predestinato del calcio mondiale con addosso la Camiseta Blanca…dei grandi. Intanto, meglio cominciare dalla seconda squadra. Per la gioia (?), in caso di effettivo debutto di Vinicius, della squadra riserve del Las Palmas. Che di certo non si aspettava di ritrovarsi 45 milioni di euro nell’attacco avversario in una partita di Segunda B. Paradossi del mercato, ma soprattutto…del pallone.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy