Vinicius (quasi) come CR7: a secco all’esordio, ma…in Serie C

Vinicius Junior ha giocato la sua prima partita ufficiale in Spagna con la maglia del Castilla. Il risultato? Ricorda molto quello di un altro esordio casalingo molto atteso, quello di CR7 a Torino. Due a zero, ma il brasiliano non va a segno.

di Redazione Il Posticipo

E alla fine, debutto è stato. Non ancora al Santiago Bernabeu, ma in un impianto dal nome altrettanto altisonante. Vinicius Junior ha giocato la sua prima partita ufficiale in Spagna all’Alfredo Di Stefano. E non con la maglia del Real Madrid dei grandi, bensì con quella del Castilla. Lopetegui lo aveva detto, quando non sarà convocato giocherà con la seconda squadra. E quindi i tifosi dei Blancos, ma anche tantissimi curiosi, hanno seguito con attenzione una partita, quella con la squadra B del Las Palmas, che altrimenti non sarebbe di certo stata così interessante. Il risultato? Ricorda molto quello di un altro esordio casalingo molto atteso, quello di CR7 a Torino.

A SECCO – Proprio come la Juventus, il Castilla vince due a zero, ma Vinicius non va a segno. Anzi, da quel che riporta AS, non brilla neanche più di tanto. La squadra B delle merengues risolve la pratica nel primo tempo, ma il brasiliano non ha molte occasioni di far vedere il suo talento. L’impatto con la Segunda Division B non è stato semplice per l’ex Flamengo, che pure ha già assaporato il Brasileirão e la Copa Libertadores. E alla fine il tecnico del Castilla, quel Santiago Solari che ha anche vestito la maglia dell’Inter, lo ha sostituito al minuto 73. Per Vinicius qualche applauso, ma l’impressione è che il senso generale di delusione non sarà nascosto a lungo. Soprattutto per il costo del cartellino del ragazzo.

DUBBI – Investire 45 milioni su un diciottenne (seppur con le stigmate del predestinato) è stata una mossa che più di qualcuno a Madrid non ha apprezzato. Spenderli e poi spedirlo a giocare in quella che nella piramide del calcio spagnolo è la Serie C non ha convinto. E ora che, sebbene all’esordio, il brasiliano non ha decisamente fatto la differenza in un campionato non proprio eccelso, i dubbi di certo sono destinati ad aumentare. E vai a vedere che alla fine avrà ragione Lopetegui, che anche prima della partita contro il Girona ha ribadito il concetto. Vinicius deve abituarsi al calcio spagnolo ed esordirà tra i grandi quando sarà pronto. Per le critiche, ci sarà tempo. La Segunda Division B, del resto, è appena iniziata…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy