Vinicius, altro che 45 milioni: il brasiliano è costato di più e c’è di mezzo il Barça…

Le giocate viste e il piglio convinto del “nuovo” Vinicius fanno tirare un sospiro di sollievo. I 61 milioni spesi per lui dal Real forse non saranno uno spreco. Ma come 61? Non erano 45? Sì…e no. Ed è colpa…dei blagurana.

di Redazione Il Posticipo

Salutato Lopetegui senza troppi rimpianti, visti i dodici minuti di gioco con la camiseta blanca dei grandi, Vinicius Junior si gode (chissà per quanto) Santiago Solari sulla panchina del Real Madrid. Il tecnico lo conosce bene, visto che l’ha potuto utilizzare con il Castilla, e nella partita di Copa del Rey contro il Melilla lo ha subito schierato titolare, ottenendo una risposta convincente. Il diciottenne verdeoro è stato uno dei migliori in campo e gli è mancato solamente il gol. Ma le giocate viste e il piglio convinto del “nuovo” Vinicius fanno tirare un sospiro di sollievo. I 61 milioni spesi per lui dal Real forse non saranno uno spreco.

COSTI ACCESSORI – Ma come 61? Non erano 45, il totale della clausola rescissoria del suo contratto con il Flamengo? Sì…e no. Come riportano all’interno della celebre trasmissione El Partidazo de COPE, il club brasiliano ha effettivamente ricevuto quella cifra, ma la Casa Blanca avrebbe sborsato parecchi milioni in più. Per la precisione sedici, otto da girare agli intermediari e otto direttamente alla famiglia. Nulla di particolarmente nuovo o scandaloso, come dimostrano quasi tutte le trattative che coinvolgono calciatori di un certo livello, in cui i “costi accessori” spesso e volentieri rischiano di superare quelli del cartellino in sè. Basterebbe pensare al caso Neymar. Con cui la storia di Vinicius ha…qualche similitudine.

BARCELLONA – Già, perchè la vera rivelazione all’interno del Partidazo arriva riguardo la possibilità che Vinicius finisse…al Barça. I blaugrana infatti avrebbero strappato un’opzione al Flamengo a seguito dell’ottimo Sudamericano under-17 disputato dal brasiliano, premiato come miglior giocatore del torneo. A quel punto però il Real ha dato una decisa accelerata alla trattativa, ma la presenza…inquietante della squadra catalana ha ovviamente reso necessarie alcune precauzioni. Intanto, pagare per intero la clausola, annullando di fatto l’opzione degli acerrimi rivali. E poi fare offerte sostanziose alle altre parti in causa, cioè calciatore e famiglia e intermediari, per avere la certezza di una volontà del ragazzo di trasferirsi sì in Spagna, ma al Bernabeu. E quindi i 45 milioni si trasformano magicamente in 61. Con ulteriore pressione sul numero 28. Ma se il buongiorno si vede da quando sorge…il Solari, possibile che alla Casa Blanca non ci sarà motivo di pentirsi della decisione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy