Vignato sogna in grande: “Voglio giocare in una squadra forte, il Barça è la più bella da vedere. E come tecnico… Guardiola!”

Vignato sogna in grande: “Voglio giocare in una squadra forte, il Barça è la più bella da vedere. E come tecnico… Guardiola!”

Sognare in grande si può. Anzi, si deve, quando le grandi d’Europa hanno il tuo nome appuntato sul taccuino. Come quello di Emanuel Vignato, stellina classe 2000 del Chievo. Il trequartista con papà tricolore e mamma brasiliana spiega di avere già una mezza idea di come vede il suo futuro…

di Redazione Il Posticipo

Sognare in grande si può. Anzi, si deve, quando le grandi d’Europa hanno il tuo nome appuntato sul taccuino. E quello di Emanuel Vignato, stellina classe 2000 del Chievo, è un profilo che le big seguono da un po’. Per lui è già arrivato il debutto in Serie A e persino un gol, contro la Lazio, nella scorsa sfortunata stagione per i clivensi. Ma la retrocessione non ha interrotto il processo di crescita di Vignato, che resta sempre nel mirino dei top team. E in un’intervista a DAZN, il trequartista con papà tricolore e mamma brasiliana spiega di avere già una mezza idea di come vede il suo futuro…

DESIDERI – “Dove mi vedo tra 10 anni? Spero il più alto possibile, giocare in una squadra forte”. Considerando che tra le pretendenti c’è il Bayern Monaco, che gli fa la corte ormai da parecchio, il desiderio potrebbe essere esaudito anche molto presto. Ma Vignato sogna un’altra maglia e soprattutto un tecnico da cui poter imparare ancora di più… “Il Barcellona è la squadra più bella da veder giocare. Come allenatore? Guardiola”. Pretese…non da poco, ma le aspettative sul ragazzo sono talmente alte che non stupirebbe più di tanto nè vederlo al Camp Nou, sulla scia di altri azzurri come Zambrotta, o guidato da Pep, al City o altrove. Anche perchè i blaugrana sembrano abbastanza interessati a lui…

MODELLI – Certo, c’è anche qualcosa da migliorare per raggiungere certi livelli. “La caratteristica da migliorare è la freddezza”. Quindi, bisogna studiare, ispirarsi agli altri. Da buon italo-brasiliano, Vignato, che ha fatto tutta la trafila con le nazionali azzurre, ha modelli d’eccezione. E sono tutti verdeoro e…parecchio tecnici. “Su YouTube ho visto tanti video di vari giocatori, uno in particolare non saprei dirlo. Ronaldinho, Kakà, Ronaldo il Fenomeno, non Cristiano: loro tre sono quelli che ho guardato di più”. Gente che in campo tirava fuori colpi con talmente tanta facilità da sembrare…un videogioco. A tal proposito, Vignato preferisce non scegliere se stesso quando gioca. A FIFA non mi prendo mai, gioco sempre con squadre più forti”. Come il Barcellona?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy