Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Vierchowod: “Juve, giusto non rinnovare a Dybala e Allegri senza il quarto posto rischia”

29 Aug 1999:  Pietro Vierchowod of Piacenza during the Serie A match against Roma at the Stadio Galleana in Piacenza, Italy.   Mandatory Credit: Claudio Villa /Allsport

Il centrale, capace di vincere l'ultima Champions in bianconero appoggia la scelta della dirigenza.

Redazione Il Posticipo

Pietro Vierchowod appoggia la scelta della Juventus. Il centrale, capace di vincere l'ultima Champions in bianconero ritiene che Dybala non sia un investimento che possa restituire il giusto beneficio rispetto ai costi. L'ex calciatore, tuttavia, ritiene che anche Allegri rischi di essere messo in discussione qualora fallisse l'obiettivo quarto posto. Le sue parole sono riprese dalla trasmissione "Maracanà" in onda su TMW Radio.

RINNOVO - L'ex difensore non lascia spazio alle interpretazioni: "A mio avviso la Juventus ha preso la scelta più giusta. Sia chiaro, Dybala è un grande calciatore, fortissimo dal punto di vista tecnico ma non mi sembra altrettanto straordinario dal punto di vista della tenuta mentale e fisica. Ha avuto tantissimi problemi e da un un punto di vista di maturazione non mi sembra cresciuto durante il suo periodo in bianconero. Tutto sommato non penso sia così complicato sostituirlo, anche perché alla Juventus è già successo e con tanti altri grandissimi calciatori".

 TURIN, ITALY - JANUARY 03: Paulo Dybala of Juventus F.C. celebrates after scoring their team's fourth goal during the Serie A match between Juventus and Udinese Calcio at Allianz Stadium on January 03, 2021 in Turin, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

PROSPETTIVE - Vierchowod si è quindi soffermato sulle prospettive bianconere per il futuro. E ha tirato in ballo anche Massimiliano Allegri. "Ho sentito parlare di Zaniolo ma non so quanto la Juventus insegua il grande colpo. C'è anche Chiesa che deve recuperare dall'infortunio, in avanti mi sembra che possano restare anche così. Credo che gli interventi servano altrove, ovvero in mezzo al campo, il reparto che rende da sempre grande una squadra. E poi occorre considerare anche la situazione di Allegri. Che sia messo in discussione mi appare davvero difficile ma nell'ipotesi, molto negativa, che non riesca neanche a centrare il quarto posto, anche lui rischia parecchio. Non raggiungere la Champions è una grandissima perdita a livello economico, anche in considerazione che è uscito da questa competizione agli ottavi di finale".