Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Vidal e il Real: un rapporto difficile…

BERGAMO, ITALY - NOVEMBER 08:  Arturo Vidal of FC Internazionale shows his dejection during the Serie A match between Atalanta BC and FC Internazionale at Gewiss Stadium on November 8, 2020 in Bergamo, Italy.  (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Il cileno ha sempre avuto qualche problema quando ha incrociato i blancos.

Redazione Il Posticipo

Vidal e il Real Madrid, un rapporto quanto mai complicato. Il cileno ha sempre avuto qualche problema quando ha incrociato i blancos. E non è neanche la prima volta in cui lascia il campo e i compagni in dieci.

ANTEFATTO - Secondo il Mundo Deportivo, il dissapore nasce da un mancato trasferimento. Nel 2014, quando Vidal si era già affermato come uno dei migliori interpreti del ruolo del continente, ci sarebbe stato un abboccamento proprio da parte del Real Madrid che poi però cambiò idea virando su Kroos. Uno sgarbo mai dimenticato e... "vendicato" nella semifinale del 2015 quando il cileno e i bianconeri eliminarono gli spagnoli in semifinale andando a giocarsi il trofeo con il Barcellona.

2017 - Corre il 2017 e Bayern e Real Madrid si giocano l'accesso alla finale. Sfida tiratissima sia all'andata che al ritorno. Nel match giocato all'Allianz il cileno porta in vantaggio i bavaresi e ha anche  ha il pallone buono, dal dischetto per portare la sfida sul 2-0 ma lo sbaglia. Il Real ribalta il match 1-2. Al Bernabeu la qualificazione però è ancora in bilico. E sull'1-2 per gli ospiti Vidal è espulso. Questa rapina non può avvenire in Champions League", ha detto  il cileno, che con Robert Lewandowski e Thiago Alcántara ha protestato contro la prestazione dell'arbitro ungherese Viktor Kassai .

2018 - L'anno successivo, stessa situazione. Le due superpotenze si ritrovano in semifinale e ancora una volta all'Allianz si impone il Real per due reti a uno. Al ritorno al Bernabeu i blancos conservano a stento il vantaggio. 2-2. Vidal non gioca perché infortunato ma anche in quel caso non risparmia feroci critiche, questa volta attraverso i social, al Real Madrid. Questa volta nel mirino del cileno un fallo di mano di Marcelo non ravvisato. Quanto basta per fargli dichiarare, non appena messo piede a Barcellona, che con il VAR tutto sarebbe stato diverso. E però non c'è due senza tre...