Inter, ecco il vice-Icardi: Lautaro Martinez

L’Inter ha messo gli occhi su Lautaro Martinez, un classe 1997 considerato l’erede di Diego Milito in Argentina. Deve però vincere la concorrenza dell’Atletico.

di Redazione Il Posticipo

Inter, spesa in Sudamerica? Icardi ha giurato fedeltà eterna ai nerazzurri, ma senza di lui Spalletti ha comunque poche alternative. Il campionato si sta mettendo davvero bene, oltre le più rosee aspettative: e adesso? Servono rinforzi. Validi e a prezzo contenuto. Sabatini potrebbe pescare nella sua riserva preferita, il Sudamerica.

Lautaro Martinez

Lautaro Martinez è più di un’idea. É una punta molto mobile, che ha buona tecnica e sa giocare da prima punta. Gioca nel Racing, dove si è formato un altro argentino niente male, Diego Milito. L’Inter ha già messo gli occhi addosso a questo classe 1997, che è già inseguito da mezza Europa: l’Atletico potrebbe già formulare una prima offerta e l’Inter non ha alcuna intenzione di partecipare ad aste. Ecco perchè potrebbe chiudere subito a gennaio per una cifra poco superiore ai 10 milioni di euro.

Cosa può dare all’Inter

Punta centrale di grande tecnica, ha un innato senso del gol. Rapido, scattante e veloce, non è altissimo ma il fisico massiccio e un grande senso della posizione gli permettono di concludere a rete con grande facilità. Senso dell’anticipo, grande abilità nello staccarsi dal marcatore. Attacca indifferentemente il primo e il secondo palo. Da buon argentino, non gli fa difetto la garra. Non teme il contrasto e se c’è da sgomitare, si adatta e si sacrifica anche nel rincorrere l’avversario. Ha un solo limite: ha bisogno di essere servito con grande continuità negli ultimi 16 metri. Dentro l’area di rigore, però, è quasi immarcabile: dribbling, anticipo. protezione della palla spalle alla porta e scambio nello stretto. Ideale insomma come vice Icardi.

Operazione complicata

Lautaro è un gran bel prospetto ma il suo cartellino ha già sforato i 10 milioni di euro. Se l’Inter ha intenzione di prenderlo, deve farlo subito anche perchè la concorrenza è parecchio agguerrita: l’Atletico Madrid, in particolare, avrebbe già un accordo di massima con i colchoneros a caccia di rinforzi sin dal prossimo gennaio, quando terminerà il blocco del mercato. In questo senso scende in campo anche la storia più recente dell’Inter. Milito e Simeone. L’ascendente del tecnico è senza dubbio forte, ma quello di Milito, idolo del calciatore nonché compagno di squadra al Racing, potrebbe essere decisivo. El Principe potrebbe essere la chiave per sbloccare la trattativa a favore dell’Inter.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy