Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Verratti: “A questi livelli decidono i dettagli. Abbiamo preso gol stupidi. L’arbitro? Mi ha dato fastidio”

SHENZHEN, CHINA - AUGUST 03:  Marco Verratti of Paris Saint-Germain competes the ball with Eduardo Camavinga (R) of Stade Rennais FC during to the 2019 Trophee des Champions between Paris saint-Germain and Stade Rennais FC at Shenzhen Uniersiade Sports Center on August 3, 2019 in Shenzhen, China.  (Photo by Lintao Zhang/Getty Images)

Fine del sogno per il PSG. Nel doppio confronto con il City i parigini escono dalla competizione anche abbastanza ridimensionati

Redazione Il Posticipo

Fine del sogno per il PSG. Nel doppio confronto con il City i parigini escono dalla competizione anche abbastanza ridimensionati. Due partite, altrettante sconfitte. Il PSG è costretto a concentrarsi sul campionato, "minimo sindacale" alle latitudini della capitale francese. Verratti ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine della sfida.

STELLE - La sensazione è che le stelle siano rimaste spente. Un po' come la luce. in 180' due espulsioni. "Quando si è a un passo dalla finale è logico pensare di poterci arrivare. Difficile trovare le parole per esprimere la delusione ma dobbiamo guardarci negli occhi con la consapevolezza di averci provato sino alla fine. Io nervoso? Mi dà fastidio quando un arbitro ci manda a quel paese. Noi gli parliamo con rispetto. Il City comunque ha meritato di passare il turno. Noi dovevamo giocare meglio all'andata. E qui ce la siamo giocata, anche se abbiamo preso anche un gol piuttosto stupido. Adesso concentriamoci sul campionato e proveremo a vincere la Champions l'anno prossimo. C'è tanta concorrenza e tantissime ottime squadre. Purtroppo ne vince solo una".

TITOLO - Il PSG deve trovare la forza per non rimanere a bocca asciutta. Il brusco risveglio dal sogno europeo rischia di compromettere anche il campionato dove c'è da rincorrere il Lille. La Champions però è qualcosa di diverso. E difficile da raggiungere. E la sensazione che a questa squadra manchi sempre qualcosa per arrivare all'ultimo gradino. "Non credo che a questa squadra manchi qualcosa. Non c'è grande differenza a questi livelli, a volte sono i dettagli e gli episodi a fare la differenza. Risultati alla mano siamo sulla buona strada perché comunque è il secondo anno consecutivo che arriviamo fra le prime quattro in Europa. Queste partite, a volte, sono decise solo dai dettagli".