Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Verdi da record… quasi come Mihajlovic

SALERNO, ITALY - FEBRUARY 07: Simone Verdi of US Salernitana celebrates after scoring the 1-0 goal during the Serie A match between US Salernitana and Spezia Calcio at Stadio Arechi on February 07, 2022 in Salerno, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Salernitana – Spezia monday night di raro e inaspettato spessore. Per Simone Verdi, una serata, al netto del risultato, che il calciatore della Salernitana non dimenticherà molto facilmente. Doppietta maturata su calcio piazzato. Con le due...

Redazione Il Posticipo

Salernitana - Spezia monday night di raro e inaspettato spessore. Per Simone Verdi, una serata, al netto del risultato, che il calciatore della Salernitana non dimenticherà molto facilmente. Doppietta maturata su calcio piazzato. Con le due reti il calciatore ex Torino, Bologna e Napoli scrive una piccola pagina di storia del calcio italiano. Si tratta del calciatore italiano in attività ad aver segnato più gol su punizione. Otto. Fra l'altro non è nuovo ad una doppietta. L'aveva già realizzata in serie A durante Bologna-Crotone. In quella occasione, addirittura, ha segnato sia di destro che di sinistro.

RECORDMAN - Il record di calci di punizione messi a segno in Italia è ancora saldamente nei piedi di Sinisa Mihajlovic. L'allenatore del Bologna giocava in difesa ma segnava come un attaccante. Merito di tanto allenamento ma anche di un sinistro esplosivo e magico: 28 gol segnati su punizione nella nostra Serie A. Con tanto di tripletta su calcio da fermo in un Lazio - Atalanta. Ferron ancora lo sogna nei peggiori incubi. Il portiere fu infilzato tre volte sempre da più lontano. Mihajlovic del resto lo ha sempre sostenuto. La distanza dalla porta era direttamente proporzionale all'efficacia dell'esecuzione: meglio da lontano che dal limite.

SALERNO, ITALY - FEBRUARY 07: Simone Verdi of US Salernitana celebrates after scoring the 1-0 goal during the Serie A match between US Salernitana and Spezia Calcio at Stadio Arechi on February 07, 2022 in Salerno, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

MAESTRO DEL MAESTRO-  Lassù resta Juninho Pernambucano. Un calciatore che tirava le punizioni come se fossero calci di rigore. Un cecchino con tre dita, quelle che gli servivano per calciare punizioni dalla traiettoria imprevedibile, persino da distanze siderali. Ha colpito 75 volte (su 135 reti in carriera). Solo un collega lo ha capito. Pirlo, che per sua stessa ammissione, scritta fra l'altro, o ha studiato persino durante... sedute non esattamente tecniche. Una volta appreso  il "trucco" delle tre dita l'ex allenatore della Juventus ha iniziato a segnare su punizione e non ha più smesso. E ha imparato piuttosto bene considerando che ha chiuso la carriera con numeri niente male: 28 reti su punizioni in carriera in A raggiungendo Mihajlovic.