Ventura e il suo…13 novembre: 365 giorni da cancellare, dalla Svezia al Chievo tra mare e Ikea

Un anno fa l’eliminazione dal mondiale. Dodici mesi dopo, l’addio al Chievo. Ventura ha vissuto probabilmente l’anno più difficile della sua vita calcistica. Forse anche quello che ne decreta la fine?

di Redazione Il Posticipo

ANNUS HORRIBILIS

ventura-e1490787844142

L’annus horribilis di Ventura. Da un 13 novembre all’altro. Un anno fa, l’ormai ex allenatore del Chievo entra nella storia del calcio italiano dalla porta sbagliata. Per la nazionale l’accesso alla fase finale della Coppa del Mondo è sbarrato dalla Svezia, con l’Italia che non riesce a segnare la miseria di un gol a una squadra organizzata ma non certo irresistibile. L’avventura si chiude in un drammatico 0-0 a San Siro, che, sommato allo 0-1 maturato all’andata, non permette all’Italia di giocarsi il mondiale in Russia. Un dramma sportivo che gli costa l’esonero, perché lui, a dimettersi, non ci pensa neanche.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy