Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Vardy come Van Nistelrooy. E l’esultanza fa scatenare i tifosi…

WEST BROMWICH, ENGLAND - SEPTEMBER 13: Jamie Vardy of Leicester City celebrates after scoring his team's second goal as Sam Johnstone of West Bromwich Albion reacts during the Premier League match between West Bromwich Albion and Leicester City at The Hawthorns on September 13, 2020 in West Bromwich, England. (Photo by Michael Regan/Getty Images)

Doppietta e record per l'attaccante inglese alla prima uscita.

Redazione Il Posticipo

Pomeriggio da incorniciare per Vardy e il Leicester che esordiscono nel migliore dei modi in Premier. Doppietta e record per il cannoniere inglese che eguaglia un mito come Van Nisterlooy e... scatena anche i tifosi per una esultanza del tutto particolare.

RECORD - L'attaccante si conferma la bestia nera del WBA. In tutte le ultime cinque partite giocate sul campo del West Bromwich Albion Vardy ha sempre segnato. Eguagliando così un altro attaccante che aveva una certa confidenza con la via della rete. Ruud Van Nistelrooy era riuscito nella stessa impresa, ma contro un avversario diverso, il Newcastle. Eppure il pomeriggio non era iniziato nel migliore dei modi per Vardy che dopo uno scontro con Johnstone è rimasto a lungo dolorante. Il centravanti ha zoppicato a lungo, facendo anche temere la necessità di un cambio, poi, però, si è ripreso e ha segnato la sua doppietta.

ESULTANZA - Due rigori, altrettante reti in... fotocopia. Vardy ha scelto sempre la stessa soluzione. La sua esultanza invece è stata molto particolare. Si è portato le mani alle orecchie. Peccato che allo stadio non ci fosse nessuno. E il gesto ha scatenato il web. I tifosi del WBA lo hanno apostrofato pesantemente, pensando ad una presa in giro. Altri invece ne hanno esaltato l'ironia. A chiarire il tutto è stato poi lo stesso Vardy che ha parlato al termine della sfida ai microfoni di Sky Sports. "Mi è sempre piaciuto giocare qui. E anche oggi mi ha portato fortuna. Ho sempre segnato diversi gol quindi ho pensato di festeggiare così per i tifosi che stavano seguendo la partita da casa". Svelato anche il mistero della scelta dell'esecuzione dei due rigori. "Mi alleno calciando i rigori il giorno prima di ogni partita ed è andata bene. Ecco perché non avrei ai potuto cambiare idea oggi". Elementare.