Varane, osteggiato a Madrid intoccabile per Deschamps

Il centrale del Real Madrid vive una stagione particolarmente complicata ma per il suo CT resta un intoccabile.

di Redazione Il Posticipo

Il curioso caso di Varane. In Spagna è osteggiato. Oltrepassando i Pirenei, invece, trova un posto sicuro. Nel senso più pieno del termine. Per Deschamps, il centrale del Real Madrid, ultimamente inquilino non apprezzatissimo alla Casa Blanca rimane un punto fermo della nazionale.

INCUBO – Negli ultimi mesi, il ragazzo sta vivendo un incubo. Dal post lockdown ha inanellato una serie di errori che hanno minato la sua immagine agli occhi degli esigentissimi tifosi del Real che non gli hanno ancora perdonato, e non perdono occasione di rinfacciarlo, gli errori commessi a Manchester che sembrano comunque aver intaccato la serenità del calciatore. Dopo l’eliminazione dalla Champions, Varane, sempre in campo europeo, ha inanellato un’altra prestazione discutibile contro lo Shakhtar ed è stato responsabile della sfida persa contro il Cadice. E a Valencia ha messo a segno l’unico gol del Valencia… su azione con un autogol.

FIDUCIA – Episodi che non intaccano la fiducia del suo commissario tecnico. Deschamps, come riportato da AS, ha già spiegato che non ha perso un bruciolo della stima che nutre nei confronti del suo centrale. “Non giocherà l’amichevole, con la Finalndia ma tornerà in campo per la Nations. So che il Real ha perso ma non è certo lui l’unico responsabile. Io giudico i calciatori in un lasso di tempo molto più ampio di una singola partite e non li metto in discussione per una brutta prestazione”.

INTOCCABILE – Parole che faranno sicuramente piacere a Varane, intoccabile nello scacchiere tattico di Deschamps che ha sempre alternato uomini accanto al centrale del Real, senza mai rinunciarvi. Accanto a Varane hanno giocato Upamecano , Kimpembe, Lenglet, Umtiti, Koscielny. Insomma una considerazione diametralmente opposta rispetto al Real Madrid dove è opinione diffusa che per il francese sia quanto mai complicato  portare il peso della difesa quando non ha Sergio Ramos al suo fianco. La prova del nove, anzi, del… sette arriverà dall’incrocio con CR7 quando i blues affronteranno il Portogallo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy