Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Varane, tackle su Solskjaer e Rangnick: “Con Ten Hag tutti sanno come giocare e dove stare in campo”

Varane, tackle su Solskjaer e Rangnick: “Con Ten Hag tutti sanno come giocare e dove stare in campo” - immagine 1
ni.  Dopo aver iniziato la scorsa stagione con Ole Gunnar Solskjaer e aver chiuso con il peggior punteggio di sempre in Premier con il subentrante Rangnick, il centrale ha la sensazione che qualcosa sia davvero cambiato.

Redazione Il Posticipo

Raphael Varane in tackle sugli ex allenatori dello United. Il centrale francese dopo la prima uscita incoraggiante contro il Liverpool, (4-0 per i Red Devils) non ha lasciato molto spazio alle interpretazioni. Aveva iniziato la scorsa stagione con Ole Gunnar Solskjaer e l'ha chiusa, insieme ai suoi compagni, con il peggior punteggio di sempre in Premier con il subentrante Rangnick. Adesso, con Ten Hag alla guida, l centrale ha la sensazione che qualcosa sia davvero cambiato. E, come, riportato da skysports, appare fiducioso.

CAMBIO

Un test match con il Liverpool... non è mai amichevole. E vincere dà morale. Certamente è solo calcio d'agosto e come tale va considerato ma è innegabile che il buongiorno, anche da Bangkok, si veda dal mattino. "Con Ten Hag tutti sanno esattamente come giocare e dove stare in campo. Si cerca molto il possesso di palla e attuiamo un pressing molto alto. Abbiamo cambiato approccio, è un calcio molto più intenso, occorre essere nella forma ideale per questa proposta di gioco. Siamo senza dubbio contenti del risultato maturato in questa amichevole ma consapevoli di non doverlo sopravvalutare e della necessità di lavorare ancora molto per farci trovare pronti all'inizio della stagione. Siamo solo agli inizi ma sappiamo esattamente quali obiettivi raggiungere in campo e come collettivo".

Varane, tackle su Solskjaer e Rangnick: “Con Ten Hag tutti sanno come giocare e dove stare in campo” - immagine 1

PROSPETTIVE

Prospettive incoraggianti: "Mi piace il nuovo modo di giocare. L'idea di girare il pallone molto velocemente e di verticalizzare non appena possibile è stata apprezzata. A livello personale sono consapevole di non aver espresso tutto il mio potenziale nella scorsa stagione e cercherò di cogliere al volo l'opportunità di poter vivere appieno una preseasons che mi aiuterà a rimettermi in forma e trovare la continuità di rendimento necessaria e richiesta da una stagione che si preannuncia particolarmente lunga e stressante, con moltissime partite e altrettanta intensità ma questo inizio mi ha lasciato in eredità felicità e fiducia per il futuro. Il Manchester United è un grande club e deve essere sempre competitivo su tutti i fronti".