Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Van Persie attacca Tuchel: “Ma è così difficile trovare un posto in squadra a uno come Ziyech?”

BRIGHTON, ENGLAND - AUGUST 29: Hakim Ziyech of Chelsea receives treatment during the pre-season friendly match at Amex Stadium on August 29, 2020 in Brighton, England. A limited number of spectators will be in attendance as covid 19 pandemic restrictions are eased. (Photo by Steve Bardens/Getty Images)

I campioni che i Blues hanno portato a Stamford Bridge in estate spendendo più di 200 milioni di euro devono ancora vedersi bene. E a nessuno le cose stanno andando male come al marocchino. Un qualcosa che viene sottolineato da Van Persie...

Redazione Il Posticipo

A guardare il tabellone della Champions League, con il Chelsea che è a Porto per giocarsi la finalissima di Istanbul contro il Manchester City di Pep Guardiola, verrebbe da dire che la campagna acquisti faraonica di Abramovich abbia funzionato. La realtà però suggerisce altro, perchè i campioni che i Blues hanno portato a Stamford Bridge in estate spendendo più di 200 milioni di euro devono ancora vedersi bene. Werner ha ritrovato un minimo di fiducia dopo un periodo pessimo, Havertz ha fatto intravedere lampi di luce, ma da chi è costato quasi 100 milioni ci si aspetta decisamente di più. E Ziyech? Il marocchino, soprattutto dall'arrivo di Tuchel al posto di Lampard, sembra non trovare più spazio nell'undici titolare.

CREATIVITÁ - E per il tecnico, dopo la finale persa lo scorso anno contro il Bayern Monaco quando allenava il PSG, arrivano parecchie critiche. Ad attaccarlo è un grande ex del calcio olandese, Robin van Persie. Uno che ha cominciato e chiuso la sua carriera nel Feyenoord, di cui ora è collaboratore tecnico, e che nella sua ultima stagione in campo ha avuto modo di affrontare Ziyech quando il marocchino indossava la maglia dell'Ajax. "È un vero peccato che la creatività di calciatori come Ziyech, Pulisic e Kovacic, che io ritengo calciatori assolutamente fortissimi, non venga lasciata esprimere a dovere", ha spiegato l'ex centravanti della nazionale al De Telegraaf. Ma a nessuno dei tre citati le cose stanno andando male come all'ex fantasista del Lancieri. E questo Van Persie lo sottolinea.

 LONDON, ENGLAND - JANUARY 27: Thomas Tuchel, Manager of Chelsea during the Premier League match between Chelsea and Wolverhampton Wanderers at Stamford Bridge on January 27, 2021 in London, England. Sporting stadiums around the UK remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Richard Heathcote/Getty Images)

POSTO - "Kovacic è uno dei motori della squadra, poi più avanti ci sarebbe anche Ziyech che ha qualità simili, ma dovrebbe avere un ruolo molto più importante. Tuchel continua a cercargli un posto in squadra, lo ha provato in tantissime posizioni diverse. Ma di certo non sarà così difficile trovare un posto a un giocatore così creativo, no?". In realtà sì, perchè il tedesco preferisce un approccio più solido e meno legato alla qualità di calciatori che però danno meno alla squadra. Un modo di pensare che a Van Persie non piace. "Puoi anche vedere le cose in maniera diversa. Cioè prima trova a Ziyech e a Kovacic un ruolo importante, poi metti gente come Kante o gli altri a lavorare vicino a loro". Una teoria rispettabilissima. Peccato che a Porto Tuchel ci sia arrivato facendo a modo suo...