Van Gaal svela la lista dei desideri per il suo ex United: “Volevo Lewandowski, Neymar e… Milner, ma non mi hanno preso nessuno”

Van Gaal svela la lista dei desideri per il suo ex United: “Volevo Lewandowski, Neymar e… Milner, ma non mi hanno preso nessuno”

Louis Van Gaal rivela che avrebbe voluto rendere lo United la squadra più forte al mondo. Come? Ovvio, portando a Manchester Lewandowski e altri fenomeni

di Redazione Il Posticipo

Ogni allenatore che lascia una squadra porta via con sé alcuni dettagli che a volte per scarso interesse, altre per questioni di…decenza, rimarranno segreti. Ogni tanto, però, grazie alle domande giuste da parte dei media, alcuni di questi retroscena vengono fuori. Come nel caso di Louis Van Gaal, che avrebbe voluto rendere lo United la squadra più forte al mondo. Come? Ovvio, portando a Manchester Lewandowski e altri fenomeni.

L’ATTACCO – Nell’intervista rilasciata a FourFourTwo, l’olandese svela: “Volevo Robert Lewandowski ma quando si è dimostrato difficile ho virato su Gonzalo Higuain. Prima che arrivassi, avevo parlato con la dirigenze e avevo consigliato anche Neymar. Se sei allo United devi pensare in grande. Interessava anche al club per la vendita delle magliette e a me perché volevo ali veloci“. Ma la sua lista della spesa non si fermava a questi due nomi per l’attacco: “Ho provato anche a prendere Sadio Manè e Riyad Mahrez“.

CENTROCAMPO E DIFESA – E quelli erano i soli nomi del reparto offensivo. “Thomas Müller anche era nella mia lista dei desideri e come centrocampista centrale volevo Kanté. Ho addirittura provato a prendere James Milner che era già abbastanza vecchio ma poteva giocare ovunque e aveva la leadership che mi serviva. Per la difesa volevo Sergio Ramos e Mats Hummels perché la nostra difesa non era proprio la migliore a costruire dal basso“. L’olandese faceva sul serio ma… “Erano i miei obiettivi maggiori ma non siamo riusciti a prendere nessuno di loro. Non so perché perché come allenatore non ero coinvolto nelle negoziazioni“. Che Mahrez e Kanté siano finiti alle dirette concorrenti l’ha “trovato davvero strano“. Certo, alla fine gli hanno messo a disposizione Angel Di Maria, Romelu Lukaku, Daley Blind e Ander Herrera ma… no, non erano i regali che voleva Louis Van Gaal. E a quanto pare non è un allenatore che si accontenta delle ‘seconde scelte’.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy