Van Dijk furioso con Mertens e l’arbitro per il gol preso: “Non sono caduto a terra senza nessun motivo”

L’assenza del gigante olandese si è fatta sentire nell’azione che ha portato al gol del Napoli ad Anfield: nel post-partita Virgil van Dijk si è lamentato per la decisione presa dal direttore di gara, che ha lasciato correre sull’intervento che alla fine costato lo svantaggio ai Reds…

di Redazione Il Posticipo

Anche i giganti cadono: a Virgil van Dijk succede spesso quando dall’altra parte c’è il Napoli di Carlo Ancelotti. Il difensore era uscito a testa bassa dal San Paolo lo scorso settembre, quando una sua incertezza difensiva era costata il gol del raddoppio di Fernando Llorente (finale 2-0). Il copione si è ripetuto al ritorno: ad Anfield però l’olandese ha recriminato per uno scontro di gioco che lo ha mandato al tappeto, sul quale l’arbitro ha lasciato correre.

INTERVENTO – Intorno al 20′ del primo tempo van Dijk è salito fino al cerchio di centrocampo per colpire un pallone di testa, nel contrasto con Dries Mertens però il difensore olandese si è fatto male e non è più riuscito a tornare in difesa: il belga ne ha approfittato e ha segnato l’1-0 in contropiede. L’arbitro Carlos del Cerro Grande non ha ravvisato nessun colpo di Mertens e nemmeno la verifica della Var ha cambiato lo stato delle cose. Van Dijk ha criticato il direttore di gara ai microfoni di beIN SPORTS: “Non sono andato giù senza nessun motivo. Penso che sia un fallo evidente, oggi l’arbitro non ha vissuto il giorno migliore della sua carriera, è stato quello che è stato”. 

DELUSIONE – Secondo van Dijk, i Reds non si fatti prendere dall’ansia nonostante tutto e sono riusciti a strappare un risultato positivo: “In questa stagione non siamo mai andati nel panico. È un peccato concedere un gol simile e mi dispiace per come lo abbiamo subito, ma penso che abbiamo giocato un buon secondo tempo. Noi abbiamo insistito e loro non hanno avuto altre occasioni. Siamo delusi per non essere riusciti a vincere”. Al Liverpool serve almeno un pareggio in casa del Salisburgo per qualificarsi agli ottavi, van Dijk pensa già alla trasferta in Austria: “Sarà una notte difficile, però è bello giocare sfide così. Sarà dura, ma siamo pronti”. Così parlò il gigante campione d’Europa. Che però per una sera…è caduto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy