Van Basten attacca Rijkhoff, giovane talento dell’Ajax…fuggito a Dortmund: “Ha scelto i soldi…”

Julian Rijkhoff, 16 anni, è considerato il futuro degli Oranje. Un prospetto importante, formato dalle giovanili dell’Ajax, che però ha deciso di andarsene da Amsterdam per provare un’avventura all’estero. Neanche a dirlo, ad assicurarselo è stato il Borussia Dortmund. Ma il tre volte Pallone d’Oro non ha apprezzato…

di Redazione Il Posticipo

Se si parla di centravanti, in pochi al mondo possono vantare i gol e i trofei vinti da Marco van Basten. L’olandese, tra Ajax, Milan e nazionale, ha scritto la storia del calcio mondiale a cavallo tra anni Ottanta e anni Novanta, con tre Palloni d’Oro e un Europeo vinto da protagonista. Dunque, il parere del Cigno di Utrecht conta parecchio quando si parla di giovani attaccanti, perlopiù olandesi. Come Julian Rijkhoff, 16 anni, considerato il futuro degli Oranje. Un prospetto importante, formato dalle giovanili dell’Ajax, che però ha deciso di andarsene da Amsterdam per provare un’avventura all’estero. Neanche a dirlo, ad assicurarselo è stato il Borussia Dortmund, che da sempre fa incetta di talenti da lanciare nel calcio che conta.

BORUSSIA – Una fama, quella del club giallonero, che ha fatto il paio con quello che la società ha in mente per il futuro di Rijkhoff, come ha spiegato l’agente del calciatore alla Bild. “Siamo stati molto colpiti dalle discussioni con i responsabili del Borussia. Sapevano tutto di lui, il loro reparto di scouting ha fatto davvero un ottimo lavoro. Il fatto che lo conoscessero così bene, che gli abbiano spiegato come pensano di farlo crescere e che siano così certi di puntare su di lui, tutto questo ha fatto una grande impressione sia su Julian che sui suoi genitori”. Insomma, il Borussia colpisce ancora, così come ha fatto con Haaland, Sancho e tanti altri giovanissimi che sono esplosi in Vestfalia. Eppure c’è chi non è d’accordo, come Van Basten.

(Photo by Christof Koepsel/Bongarts/Getty Images)

SOLDI – Parlando a Ziggo Sport, l’ex rossonero ha infatti criticato la mossa del calciatore e del suo entourage: “Credo che sia stata una pessima gestione del ragazzo. Per chi ha 17, 18 o 19 anni non c’è campionato migliore di quello olandese. Se riesci a giocare nella Eredivisie per i primi due o tre anni della tua carriera, è la cosa migliore per il tuo sviluppo. Poi puoi andare in un grande campionato”. Un qualcosa che Van Basten sa molto bene, vista la traiettoria che lo ha portato al Milan. E poi, molti giovani talenti olandesi hanno fatto il grande salto troppo presto e se ne sono pentiti. “È una mossa non saggia. Ha scelto i soldi”. E solo il futuro dirà chi ha avuto ragione…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy