Valverde sorprende tutti: “Non penso che il Barcellona mi abbia trattato male”

Valverde sorprende tutti: “Non penso che il Barcellona mi abbia trattato male”

L’allenatore spagnolo ha rotto il silenzio qualche settimana dopo essere stata esonerato dai blaugrana, che al suo posto hanno preferito Quique Setién. Ernesto Valverde però non porta rancore nei confronti del suo vecchio club…

di Redazione Il Posticipo

Un mese dopo il grande addio, il Barcellona non ha risolto tutti i suoi problemi lontano dal Camp Nou come conferma la vittoria esterna tiratissima in casa del Betis Siviglia (2-3) arrivata dopo le sconfitte con l’Athletic Bilbao ai quarti di finale di Copa del Rey (1-0 e blaugrana eliminati) e quella in casa del Valencia nella Liga (2-0). La cura Quique Setién non ha sortito gli effetti sperati… ma Ernesto Valverde non se la ride sotto i baffi! L’allenatore ha rotto il silenzio dopo l’esonero e ha detto chiaramente di non provare nessun rancore nei confronti del suo vecchio club.

NESSUN RANCORE – Valverde è intervenuto nel quarto Bilbao International Football Summit (BIFS’20), un congresso che riunisce le personalità di maggior spicco del calcio d’élite e che si tiene nell’area vip del San Mamés. Secondo quanto riportato da As, Valverde ha ricevuto il Premio Referente 2020 ed è stato molto diplomatico quando gli è stato chiesto del Barça e delle critiche fatte da Eric Abidal alla sua gestione: “Perché me ne sono andato? Non è una domanda da fare a me. C’è una parte del nostro lavoro che devi accettare. Vorresti che fosse altrimenti? Beh, sì”. Valverde ha confessato di non aver visto più partite fino ad Athletic Bilbao-Barcellona dei quarti di Copa del Rey.

FORTUNA – L’allenatore è felice per l’opportunità che gli è stata data: “Allenare il Barça è stata una fortuna. Sono un giocatore blaugrana, So che cosa significa andare in un club di questo calibro e sono felice di averlo fatto. Quando firmi il contratto sai di essere al culmine della popolarità, poi contano i risultati. Il tecnico è responsabile di quello che succede. Non penso di essere stato trattato male dal Barça. Non devo guardarmi alle spalle, devo girare pagina, non vedo l’ora di ripartire”. Il grande amore di Valverde resta l’Athletic Bilbao: “La Supercoppa di Spagna vinta nel 2015 ha significato molto per noi perché non vincevamo niente da  tempo. L’ambiente all’Athletic è speciale e confortante per le persone che ci lavorano. È stata la mia esperienza migliore”. Valverde ha ammesso di essere maturato dopo l’esperienza al Barça e di essere intenzionato a fermarsi per un po’, anche se non ne è sicuro. L’allenatore potrebbe accettare un’avventura esotica, magari in Giappone dove c’è l’ex blaugrana Andrés Iniesta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy