Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Valverde infiamma la finale di Parigi: “Salah ha mancato di rispetto allo scudo e ai giocatori del Real!”

Valverde infiamma la finale di Parigi: “Salah ha mancato di rispetto allo scudo e ai giocatori del Real!” - immagine 1

Valverde arriva alla finale di Parigi da debuttante. Ma il fatto che non ne abbia mai giocata una e che sia relativamente giovane (classe 1998) non implica che il centrocampista di Ancelotti non parli da senatore.

Redazione Il Posticipo

Tra i veterani come Benzema, Kroos e Modric, che hanno fatto parte della rosa delle tre Champions, e i giovanissimi come Vinicius e Rodrygo, il Real Madrid di Ancelotti ha anche...un gruppo di mezzo. Si tratta di quei calciatori arrivati dopo la finale di Kiev, ma che sono stati comunque protagonisti delle annate complicate che hanno seguito i trionfi continentali. E tra questi c'è Federico Valverde. Il centrocampista, che era già stato acquistato dai Blancos, si è unito definitivamente alla prima squadra dopo il primo addio di Zidane e quindi arriva alla finale di Champions League come un debuttante. Ma il fatto che non ne abbia mai giocata una e che sia relativamente giovane (classe 1998) non implica che non parli da senatore.

SALAH - Valverde ha analizzato la finalissima ai microfoni del Club del deportista, con le sue dichiarazioni che sono poi state riportate da Marca. E non è mancata una frecciata alla stella del Liverpool, Momo Salah. L'egiziano, dopo le semifinali, si è detto contento di affrontare i Blancos, covando vendetta per la finale 2018, in cui Sergio Ramos lo ha costretto a uscire per infortunio. Ma le parole dell'ex romanista non sono state apprezzate dall'uruguaiano. "Ovviamente si tratta di dichiarazioni che ognuno prende come vuole e io, da avversario, le prendo come una mancanza di rispetto allo scudo del Real Madrid e ai suoi calciatori. Tutto quello che dobbiamo fare è dimostrare perchè siamo arrivati fino alla finale e speriamo di poter regalare un altro trofeo ai nostri tifosi". Dunque, Salah avvisato, mezzo salvato, anche se certamente i metodi del "Pajarito" non saranno ruvidi come quelli dell'ex Gran Capitan.

TRIANGOLO DELLE BERMUDA - Valverde ha poi ricordato le complicate sfide che hanno portato i Blancos a Parigi, sottolineando come il pubblico abbia aiutato parecchio. "La prima cosa da fare è ringraziare i tifosi, ci danno un'energia che non si può spiegare. E la partita non è finita finchè non è finita". In particolare quella con il City. "È complicato ripensare a una situazione in cui al minuto 89 stai perdendo e in un battito di ciglia sei avanti. Sono cose che non succedono spesso nella vita". Il Bernabeu mancherà al Real? Da quello che dice Valverde, sì... "Non so se è paura o pressione quella che creano i tifosi, ma gli avversari sanno che stanno giocando contro il Real, una squadra capace di tutto. E si sentono come nel triangolo delle Bermuda". Chissà però se i tifosi dei Blancos riusciranno...a ricrearlo a Parigi.