Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Valencia, Gabriel Paulista fissa i paletti: “Vogliamo giocare ma non rischiare a causa di pressioni economiche”

Il centrale del Valencia vorrebbe giocare ma non forzare la situazione se non ci sono condizioni di sicurezza.

Redazione Il Posticipo

Gabriel Paulista prende una posizione netta sul possibile stop del campionato. Il calciatore del Valencia, come riportato dal Mundo Deportivo,  ha espresso la sua idea su come e  quando il calcio dovrebbe tornare e, anche attraverso i propri canali socia, ha spiegato che il campionato deve affrancarsi dalla pressione economica specialmente se è a rischio la salute.

PRESSIONE - Il calciatore non lascia molto spazio alle interpretazioni. "Non voglio rischiare o correre rischi o ammalarmi.  In questo momento il calcio sta subendo una pressione dal punto di vista finanziario che possiamo capire, ma credo sia giusto dare priorità a questioni fondamentali come la tutela della salute. In questa situazione  qualsiasi membro della famiglia, amico, collega o lavoratore potrebbe ammalarsi o morire".

PAURA - Il difensore centrale del Valencia non è contrario alla ripresa dei campionati, purché il tutto avvenga nella massima sicurezza: anche perché la squadra è stata abbastanza toccata da vicino dalla pandemia. "Giochiamo ma purché sia senza paura e con la piena garanzia che non vi siano rischi. Se non abbiamo certezze assolute, possiamo anche prendere esempio da altri paesi che hanno adottato altre misure. Credo che la vita venga prima del calcio".

VALORI - Il brasiliano antepone altri valori. Convinto di essere appoggiato anche da diversi colleghi: "Per me, e sono sicuro anche per la stragrande maggioranza dei giocatori di calcio, i soldi non sono tutto. Adoro lo sport e la competizione. Mi piace giocare a calcio, amo la mia squadra e vogliamo sempre dare  le più grandi soddisfazioni ai nostri tifosi ma, come ogni essere umano, amo e rispetto prima di tutto la vita".