Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Valencia, Diakhaby prende il rosso dalla panchina e… Gattuso prende a calci la borsa frigo

Valencia, Diakhaby prende il rosso dalla panchina e… Gattuso prende a calci la borsa frigo - immagine 1
Il Valencia torna a vincere superando 1-2 l'Osasuna ma l'allenatore non è totalmente soddisfatto.

Redazione Il Posticipo

Il Valencia torna a vincere superando 1-2 l'Osasuna ma Gattuso non è totalmente soddisfatto. La sua squadra è troppo indisciplinata e riesce a collezionare cartellini rossi anche dalla panchina. Questa volta è toccato a Diakhaby che alza il numero di espulsioni a quattro, in otto partite di campionato. Un gesto che Gattuso non prende bene... prendendo a calci la borsa frigo.

ESPULSO

Tutto si consuma quando il calciatore del Valencia, che era anche andato in gol, dopo essere stato sostituito dal tecnico italiano non ha saputo tenersi a freno in panchina. L'arbitro non ha gradito l'atteggiamento del calciatore e si è diretto verso la panchina sventolandogli in faccia il secondo giallo. Espulso senza essere in campo. Quanto basta a mandare su tutte le furie Gattuso che dopo aver sorriso amaramente all'arbitro, si è girato verso il proprio calciatore e lo ha rimproverato prendendo anche a calci la malcapitata borsa che si è trovata nel posto più sbagliato  nel momento peggiore possibile.

RABBIA

L'ex allenatore del Napoli e del Milan ha poi spiegato cosa sia successo nel dopo partita. Le sue parole sono riprese da AS. "Sono molto arrabbiato con Diakhaby. Deve essere chiaro a tutti che in panchina possiamo parlare solo io ed il mio assistente e non voglio che i giocatori prendano la parola. Non è assolutamente accettabile l'idea che io debba perdere un calciatore per la prossima partita solo perché non ha saputo mantenere la calma in panchina. Chi è richiamato deve imparare a starsene tranquillo".

Valencia, Diakhaby prende il rosso dalla panchina e… Gattuso prende a calci la borsa frigo - immagine 1

NERVI

Gattuso aveva i nervi a fiori di pelle. Del resto non è che tutto stia andando nel verso giusto. Basti pensare che è stato "tradito" anche da Edinson Cavani che ha dovuto ancora una volta rinviare l'appuntamento con il primo gol con la maglia del Valencia. L'attaccante si è portato sul dischetto per rompere il ghiaccio, ma la sua conclusione si è stampata contro la traversa. Non sbagliava un calcio di rigore da 1252 giorni, precisamente dal 4 maggio 2019, quando ancora giocava con il PSG.