United spaventato dai ragazzi terribili del Rochdale: Thomas non sa dove cambiarsi, Matheson segna e…non studia per il compito in classe!

United spaventato dai ragazzi terribili del Rochdale: Thomas non sa dove cambiarsi, Matheson segna e…non studia per il compito in classe!

La squadra di Solskjaer ha la meglio sul Rochdale solo ai calci di rigore. E gli ospiti illuminano Old Trafford con la freschezza della gioventù, ponendo anche qualche problema dovuto alle…carte di identità!

di Redazione Il Posticipo

Come se non bastassero i problemi in campo, per il Manchester United i grattacapi arrivano anche dal reparto organizzativo. La partita di Carabao a Old Trafford contro il Rochdale è stata un vero e proprio psicodramma per i Red Devils. Che hanno vinto solo ai calci di rigore, acuendo così una crisi che sembra ormai irreversibile e che potrebbe costare il posto a Solskjaer. Ma anche quando si è trattato di preparare tutto per il match, lo United ha dimostrato che in questo periodo, sul terreno di gioco e fuori, da quelle parti c’è abbastanza confusione…

DA PARTE – Come riporta il Sun, prima del fischio di inizio c’è stato un problema riguardante Peter Thomas. Il giocatore del Rochdale ha realizzato un sogno, scendendo in campo a Old Trafford ad appena 15 anni, ma non ha potuto vivere l’atmosfera dello spogliatoio con i compagni di squadra. Questione di regole, perchè i giovanissimi non si possono cambiare assieme agli adulti. Peccato che nessuno al Manchester United se lo sia ricordato, costringendo il centrocampista del Rochdale a vagare per il Teatro dei Sogni alla ricerca di una stanza dove potersi sistemare prima di scendere in campo. Alla fine Thomas si è dovuto accontentare…della stanza dell’antidoping, ma vista la gran serata probabilmente gli è andata benissimo così.

COMPITO IN CLASSE –  E dire che a Manchester qualcuno avrebbe dovuto saperlo, se non altro perchè qualche settimana fa il Rochdale ha fatto visita all’under-21 del Manchester City e c’è stato lo stesso problema, sempre con il povero Thomas come protagonista. Ma è il prezzo che il club di League One deve pagare per la freschezza della gioventù. Lo stesso che toccherà pagare a Luke Matheson, 16 anni, il marcatore a Old Trafford. Che avrà davvero poco tempo per essere felice della rete segnata in uno degli stadi più celebri del mondo. Anche perchè deve tornare a scuola e sul registro per giovedì mattina c’è segnato un compito in classe di psicologia. Quasi quasi, meglio affrontare Pogba che presentarsi…senza aver studiato!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy