Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

United, Solskjaer obbligato a vincere e il club alla “dieta”: 450 milioni di monte ingaggi…

MANCHESTER, ENGLAND - SEPTEMBER 11: Cristiano Ronaldo of Manchester United celebrates after scoring their side's second goal during the Premier League match between Manchester United and Newcastle United at Old Trafford on September 11, 2021 in Manchester, England. (Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

I dirigenti potrebbero presto ritrovarsi di fronte a un bivio: scegliere se rinnovare i contratti a calciatori che andranno in scadenza di contratto, o se sia comunque il caso di perderli a zero

Redazione Il Posticipo

Il calcio dei ricchi. Per vincere, ad altissimi livelli, non bastano le idee. E lo United pur di colmare il divario con Liverpool, Chelsea e City non ha badato a spese. Non tanto negli acquisti, quanto per gli stipendi: il monte ingaggio è elevatissimo. Come riportato dal Sun, si parla di qualcosa come 450 milioni di euro.

AUMENTO - L'arrivo delle stelle ha entusiasmato i tifosi, un po' meno chi deve gestire i conti del club. Lievitati, nell'ultima estate, di 76 milioni di euro, complici gli arrivi di top player come Varane, Cristiano Ronaldo e Sancho. Il trasferimento più eclatante è stato quello di Cristiano Ronaldo. Arrivato a... prezzo di saldo: 15 milioni di euro. Il vero problema non è l'assegno da versare alla Juventus, quanto i bonifici mensili del fuoriclasse portoghese, che guadagna 30 milioni di euro l'anno. Sancho ne percepisce 22 ma è costato tantissimo: 90 milioni.  Varane, invece, si "accontenta" di 20, costandone 50.

GLI ALTRI - Anche le altre stelle costano per quanto... brillano. De Gea è secondo nella classifica dei più pagati: il portiere percepisce uno stipendio da 22 milioni di euro l'anno. E Pogba, che deve ancora rinnovare il contratto e probabilmente, per restare, chiederà un corposo adeguamento, 17,55 milioni. Le altre stelle pesano di meno, ma, come si dice, è la somma a fare il totale. E in questo senso gli 11 milioni di sterline di Cavani Rashford, Maguire e Bruno Fernandes sono in linea con l'impiego. Un po' meno giustificabili i 12 di Rashford che comunque è un titolabili, mentre quelli spesi per Van De Beek (7 milioni) appaiono eccessivi.

DIETA - Necessario, dunque, una bella... dieta per smaltire il "pancione" di sterline accumulatesi nei libri paga per chi gioca poco o niente. D'accordo riempire la squadra di stelle, ma non si può perdere di vista la sostenibilità. L'esempio del Barcellona insegna. In questo senso i dirigenti potrebbero presto ritrovarsi di fronte a un bivio: scegliere se rinnovare i contratti a calciatori che andranno in scadenza di contratto, o se sia comunque il caso di perderli a zero considerando che comunque non saranno utilizzati. Diversi calciatori hanno firmato i rispettivi rinnovi con il club nonostante fossero ai margini del progetto tecnico. E ora sono tutti in soprannumero...