United, scoppia il caso De Gea: coperto d’oro o prigioniero?

David De Gea ha il contratto in scadenza nel prossimo giugno e non sembra molto interessato a un rinnovo, nonostante lo United voglia fare di lui il calciatore più pagato della rosa. Ma in caso lo spagnolo rinunciasse, il club inglese potrebbe andare allo scontro frontale…

di Redazione Il Posticipo

Non c’è pace per il Manchester United in questo 2018 e potrebbe essercene ancora di meno, man mano che si avvicina il 2019. Nella squadra di Mourinho, come riporta il Daily Mail, rischia seriamente di scoppiare un altro caso, che coinvolge uno dei calciatori più importanti della rosa. David De Gea ha il contratto in scadenza nel prossimo giugno e, da quello che riporta il tabloid inglese, non sembra molto interessato a un rinnovo. E dire che, aggiunge il Mail, l’offerta del club lo porterebbe ad essere il calciatore più pagato dei Red Devils, davanti a Pogba e addirittura anche al contratto faraonico di Alexis Sanchez.

RINNOVO FONDAMENTALE – De Gea non è l’unico ad andare in scadenza a giugno 2019, ma la sua situazione è quella che più preme alla società. Che in questo periodo di transizione ha bisogno di delle fondamenta solide da cui ripartire in campo. Ma De Gea, sostiene il Mail, non ha alcuna intenzione di rimanere a Manchester a supervisionare una rivoluzione che, inevitabilmente, non può accadere dal giorno alla notte. Il portiere, fanno sapere dall’Inghilterra, vuole vincere la Premier League o la Champions e per farlo è più che disposto a cambiare aria. La cosa migliore, dal suo punto di vista ovviamente, sarebbe liberarsi a parametro zero tra qualche mese, ma lo United è pronto allo scontro frontale e a impedire questa opzione. Come può farlo? Attraverso la clausola di prolungamento unilaterale, che a Old Trafford fa parte del “pacchetto base” di ogni contratto.

PROLUNGAMENTO INDESIDERATO – Anche se De Gea non vuole accettare l’offerta, dunque, il suo accordo può essere prolungato da parte dello United fino a giugno 2020. In questa maniera, il club si garantirebbe che, almeno nel breve termine, il portiere spagnolo non potrà lasciare Manchester a parametro zero. Ma è anche ovvio che una mossa del genere può solo esacerbare un rapporto, quello tra De Gea e lo United, che rischia di rompersi a campionato in corso. E visto che Mourinho ha già molti problemi tra campo e questioni interne, forse per il momento è il caso di firmare una tregua armata. Ma il tempo gioca a favore di De Gea. Il cui rinnovo può essere una bomba pronta a esplodere in ogni momento, con effetti potenzialmente molto dannosi per il Manchester United.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy