Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

United, Scholes getta benzina sul fuoco: “Ho parlato con Lingard, la situazione spogliatoio è catastrofica”

United, Scholes getta benzina sul fuoco: “Ho parlato con Lingard, la situazione spogliatoio è catastrofica”

Il rosso ex centrocampista è stato uno dei grandi protagonisti dell'era Ferguson e si è lasciato scappare una verità sul Manchester United che sembra sotto gli occhi di tutti, ma che forse era meglio non cristallizzare a parole...

Redazione Il Posticipo

Futuro allenatore nuovo, problemi vecchi per il Manchester United. L'arrivo a giugno di Erik Ten Hag non garantisce che i Red Devils possano migliorare nella prossima stagione, figurarsi se possa avere qualche effetto in quella attuale, in cui la squadra sembra totalmente allo sbando. Il match dell'Emirates contro l'Arsenal, una delle altre concorrenti a un quarto posto sempre più lontano, è la sintesi perfetta di questo periodo del club. Vincono i Gunners per 3-1, con un calcio di rigore sbagliato da Bruno Fernandes e un gol inutile di CR7, che lo ha dedicato a suo figlio appena scomparso. Ennesima sconfitta pesante contro una big e soprattutto ennesime polemiche sullo stato della squadra e dei singoli calciatori.

SPOGLIATOIO - Ad accendere il fuoco nel post-partita è un grande ex come Paul Scholes. Il rosso centrocampista è stato uno dei grandi protagonisti dell'era Ferguson e parlando ai microfoni di DAZN si è lasciato scappare una verità che sembra sotto gli occhi di tutti, ma che forse era meglio non cristallizzare a parole... "È un casino totale, lo spogliatoio è assolutamente un disastro. L'altro giorno ho parlato un attimo con Jesse e sono certo che non si arrabbierà se dico che mi ha rivelato che nello spogliatoio la situazione è catastrofica". Il Jesse in questione è ovviamente Lingard, uno che tra giovanili e prima squadra è allo United dal 2000, quando aveva appena otto anni, dunque dalle parti di Carrington ne ha viste tante, nel bene e nel male.

LA REPLICA - Logico dunque che davanti a dichiarazioni del genere di Scholes, qualcuno si sia preso la briga di chiedere a Rangnick se la situazione all'interno delle sacre mura è davvero così complicata come sostiene il grande ex. E il tecnico ad interim ha cercato di gettare acqua sul fuoco. "Certamente dopo partite come questa, quella con il Liverpool e quella con l'Everton nello spogliatoio c'è molta delusione. Ma è normale, anzi, sarebbe un problema se non fosse così. Per me è tutto nella norma, credo che il gruppo vada abbastanza d'accordo, anche se non voglio dire che vadano tutti d'accordo alla grande. Ma non vedo un problema nello spogliatoio". Quello che dice il campo, però, sembra dare più ragione a Scholes che al tedesco...