Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

United, Rangnick vuole fare…la rivoluzione: fuori dal progetto tre calciatori costati quasi 200 milioni!

United, Rangnick vuole fare…la rivoluzione: fuori dal progetto tre calciatori costati quasi 200 milioni! - immagine 1

Da quello che sta succedendo dalle parti di Carrington, sembra evidente che Rangnick non proseguirà come tecnico, ma come dirigente ha in mente di fare la rivoluzione. E uno dei primi correttivi è...mandare via tre calciatori costati una fortuna

Redazione Il Posticipo

Quando il Manchester United nomina Ralf Rangnick sui suoi canali ufficiali, lo fa sempre con un'accortezza particolare: lo chiama "il nostro manager ad interim". Verissimo, perchè lo stesso tedesco ha spiegato di aver accettato la panchina dei Red Devils solo ed esclusivamente perchè a fine stagione, vada come vada, si siederà dietro a una scrivania, lasciando il campo a qualcun altro. Certo, in situazioni simili c'è sempre il...rischio di fare bene, come Solskjaer, che agli inizi ha convinto talmente tanto il club da diventare allenatore in tutto e per tutto. Da quello che sta succedendo dalle parti di Carrington, sembra evidente che Rangnick non proseguirà come tecnico, ma come dirigente ha in mente di fare la rivoluzione.

ESUBERI - Non si potrebbe infatti definire altrimenti quanto riportato da 90min. In una riunione con la società, il tedesco ha spiegato per filo e per segno come intende muoversi per migliorare la rosa a sua disposizione. E uno dei primi correttivi è...mandare via tre calciatori costati una fortuna. Secondo il tecnico, Harry Maguire, Aaron Wan-Bissaka e Luke Shaw non possono giocare con il Manchester United. Anzi, vanno rimpiazzati immediatamente, cedendoli al migliore offerente. C'è da chiedersi come avranno reagito i dirgenti del club, considerando che il difensore (e capitano) è costato qualcosa come 90 milioni di euro, ma che anche i due terzini non è che siano arrivati gratis a Old Trafford, visto che i soldi spesi per loro (55 e 38 milioni) fanno il paio con quelli di Maguire.

BRUTTO COLPO - Ma se rivoluzione deve essere, tanto vale farla completa e pazienza se il club nelle sessioni passate di mercato ha fatto qualche sbaglio di valutazione. Chi vuole Ralf Rangnick, del resto, deve fidarsi delle scelte del tedesco, che ha già individuato qualche possibile sostituto. Per Maguire potrebbe arrivare Max Kilman, mentre il manager sulle fasce sembra fidarsi di Dalot e Alex Telles e non ha una necessità immediata di trovare qualcuno che prenda il posto di Wan-Bissaka e Shaw. Comunque, un brutto colpo soprattutto per il centrale e per il laterale sinistro, che pure sono stati importantissimi nella cavalcata dell'Inghilterra verso la finale degli Europei. Ma a Manchester, come un po' ovunque, vale un vecchio adagio: squadra che non vince...si cambia. Anche se è costata tantissimo.