United, amichevole annullata per un positivo al Covid-19

Il Manchester United aveva in programma un’amichevole da giocarsi a Carrington contro lo Stoke City. Il programma è saltato per un caso positivo al Covid-19.

di Redazione Il Posticipo

Sono mesi che i calciatori sono fermi. Così, in vista della ripresa, il Manchester United aveva deciso di organizzare una partitella amichevole contro lo Stoke City. Sfida a porte chiuse programmata per la tarda mattinata. All’ultimo minuto, però, è saltato tutto. A causa di un positivo al Covid-19.

OSPITI – Secondo quanto riportato dal Sun, la scelta è stata presa in via del tutto precauzionale. Almeno per quanto riguarda il club di Manchester che è riuscito a schivare il pericolo. I giocatori dello Stoke stavano arrivando con mezzi propri al centro d’allenamento così come quelli dello United attorno alle 10. D’un tratto, a Carrington arriva una comunicazione dalla sede dello Stoke City: tra gli “invitati” c’è un giocatore positivo. Ovviamente, l’amichevole è stata immediatamente annullata e Ole Gunnar Solskjaer ha improvvisato una partita formando due squadre con la sua stessa rosa. Lo United conferma che nessuno dei suoi giocatori è stato messo in pericolo da questa situazione.

RISCHIO – Grazie al rispetto dei protocolli, i giocatori dello Stoke che erano arrivati, erano stati accolti in un’area separata. Il club ospite aveva effettuato i test lunedì e esattamente nel momento in cui i risultati hanno evidenziato un caso positivo, è partita la chiamata tempestiva alla sede del Manchester. Al che, ai giocatori ospiti non restava che salire di nuovo nelle proprie auto e andarsene via. Insomma, il programma era stato preparato per mettere minuti nelle gambe in una partita non vera ma verosimile. E  invece si è sfiorato il  dramma sportivo. Qualche decina di minuti più tardi e non solo si sarebbero messi in pericolo i calciatori ma anche la ripresa stessa della Premier League.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy