United, parla l’ex Fellaini: “Esonerano gli allenatori troppo presto…”

United, parla l’ex Fellaini: “Esonerano gli allenatori troppo presto…”

Marouane Fellaini, profondamente rammaricato dalla crisi dello United, ha qualcosa da dire alla società: “Esonerano gli allenatori troppo presto e Mourinho ha fatto del suo meglio”.

di Redazione Il Posticipo

Nel calcio, si sa, ogni anno c’è un enorme viavai. Tuttavia, alcuni giocatori che si trasferiscono altrove lasciano un pezzetto del proprio cuore in un club. Un esempio piuttosto recente è quello rappresentato da Marouane Fellaini, profondamente rammaricato dalla crisi dello United. E in questo senso il belga ha avuto qualcosa da dire alla società.

L’ESONERO – Il Manchester United, riporta il Sun, dall’addio al riccioluto e altissimo centrocampista ha vinto solo 11 gare delle 31 giocate. Insomma, non benissimo. E Fellaini sarebbe  molto dispiaciuto, per ragioni personali, per un eventuale esonero di Solskjaer. Del resto, il fatto che sia partito poco dopo l’arrivo del norvegese fa pensare che non lo ritenesse proprio indispensabile. Di solito, un calciatore non prende mai benissimo questa situazione. Tuttavia, Fellaini non appoggerebbe un’eventuale esonero e dà al Mirror la sua spiegazione del periodo buio dello United.

MOYES E MOURINHO – Hanno preso David Moyes, non gli hanno dato tempo. Poi hanno portato Louis Van Gaal, gli hanno dato due anni e abbiamo cominciato a fare qualcosa di buono, ha vinto la coppa ma dopo lo hanno esonerato perché volevano vincere velocemente“. Insomma i Glazer non sembrano avere troppa pazienza, almeno agli occhi del  belga. “Secondo me, sono stati troppo precipitosi ad esonerare Mourinho perché un allenatore del genere ha bisogno di molti giocatori per attuare la propria filosofia. Voleva costruire la sua squadra ma dopo due anni e mezzo l’hanno cacciato per via dei risultati. Ecco dov’è il problema: devono trovare una soluzione insieme. Un allenatore come Van Gaal, tatticamente è davvero forte, ha un sacco di esperienza e l’hanno esonerato comunque. Ok, la seconda stagione è stata un po’ più difficile ma lui ci ha provato e ha fatto del suo meglio per la squadra“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy